sabato 19 gennaio - Aggiornato alle 03:09

Spoleto, ecco le dodici nomine del sindaco per l’assemblea della Fondazione Festival

Decreto di De Augustinis dopo la conferenza dei capigruppo, dieci dei designati erano candidati alle ultime amministrative. C’è anche Protasi del M5s

Il sindaco De Augustinis col segretario dell'ente Mario Ruggieri

di Chia.Fa.

Erano quasi tutti candidati al consiglio comunale per le scorse elezioni amministrative, i componenti appena nominati dal sindaco Umberto De Augustinis per l’assemblea della Fondazione Festival dei Due Mondi, che in via ordinaria viene convocata due volte l’anno per approvare il bilancio consuntivo e previsionale della manifestazione, che balla intorno ai 5 milioni di euro.

Decreto per la Fondazione Festival Con apposito decreto sindacale e sentita la conferenza dei capigruppo, De Augustinis ha fatto accomodare nell’organismo più rappresentativo dodici persone, dieci delle quali erano candidate alle ultime comunali, confermando la prassi «di garantire così la rappresentanza di tutti i partiti e movimenti presenti in consiglio comunale», come si legge nell’atto. L’equilibrio politico nelle designazioni per il socio Comune di Spoleto nell’assemblea della Fondazione Festival è totale, con sette nomine indicate dalle forze di maggioranza e cinque da quelle di opposizione: nessuno dei due schieramenti ha ritenuto di nominare soggetti provenienti dal mondo della cultura, né rappresentanti di associazioni di categorie che non siedono di diritto nell’assemblea della Fondazione, composta anche da altri soggetti, si va dalla Regione alla Pro loco fino all’associazione commercianti.

Sorpresa M5s con Protasi La parziale eccezione allo schema politico è Agnese Protasi, la prima della lista dei nominati dal sindaco, che alle scorse amministrative di giugno era stata indicata come vicesindaco in pectore in caso di vittoria del M5s, forza politica che non è riuscita a certificare la lista e quindi non siede in consiglio comunale. La designazione di Protasi per l’assemblea della Fondazione Festival rientra, sempre sentita la conferenza dei capigruppo, tra quelle in quota maggioranza, a conferma di un dialogo costante tra l’amministrazione di centrodestra (più due liste civiche) e il M5s, che si è già manifestata con la nomina di Cao come amministratore unico dell’Ase e con convocazioni formali del M5s ai lavori in commissione consiliare, pur non avendo partecipato alla competizione elettorale. Quest’ultimo episodio, va detto, ha generato un precedente non sfuggito ad altre forze politiche presenti in città ma non rappresentate in consiglio comunale.

Ecco le nomine di De Augustinis Sempre dalla maggioranza arrivano le designazioni firmate dal sindaco per Aldo Tracchegiani coordinatore di Forza Italia, Pierfrancesco Graniti presidente del movimento civico alleato Rinnovamento e l’avvocato Silvia Boschetti candidata in consiglio comunale con Fratelli d’Italia ma non eletta. Nella lista dei nominati per l’assemblea della Fondazione Festival compaiono anche altri aspiranti consiglieri comunali che il 10 giugno non ce l’hanno fatta, come Fabio Mosciatti e Lucia Gobbini, entrambi candidati con la Lega. Indicate dalle opposizioni e firmate dal sindaco anche le nomine di Matteo Filippi e Anna Lucia Cuzzini Neri, che diventano membri dell’assemblea della Fondazione Festival in quota Spoleto popolare e Alleanza civica. Dal mondo del centrosinistra arrivano l’ex assessore alla cultura, candidata sindaco battuta e consigliera comunale Camilla Laureti, che si accomoderà nell’assemblea del Due Mondi insieme a Danilo Chiodetti, candidato alle comunali col Pd. Le uniche nominate per l’assemblea che non compaiono tra gli aspiranti consiglieri rimasti senza banco in aula sono Alessia Luzzi e Federica Antonelli, la prima scelta dalla maggioranza e l’altra dall’opposizione.

@chilodice

 

I commenti sono chiusi.