lunedì 25 maggio - Aggiornato alle 04:09

Spoleto, Benedetti pronto a ritirare le dimissioni: al vaglio nomina di due assessori

Il sindaco dimissionario Daniele Benedetti (foto Fabrizi)

Il sindaco Daniele Benedetti ritira le dimissioni. Sarebbe la quadra trovata intorno al bilancio di previsione 2013, di fatto un consuntivo, ad aver convinto il primo cittadino ad annunciare l’imminente istanza con cui revocherà il passo indietro ufficializzato in aula. Per farlo ha tempo fino a domenica 3 novembre, anche se considerati gli orari dell’ufficio protocollo la formalizzazione dovrebbe arrivare prima.

Incontri con forze politiche Ora  il sindaco intende sedersi al tavolo con tutte le forze politiche, o meglio quelle «disponibili» a ragionare intorno alla proposta di documento economico che l’esecutivo dovrà approvare entro la prossima settimana. Si resta tuttavia in attesa del parere dei revisori sul riaccertamento e poi, naturalmente, anche quello sulla manovra economica che dovrà contenere anche il Piano di rientro, non ancora pronto.

Al vaglio due nuovi assessori Ma l’attenzione, se non altro in tutti gli ambienti politici, si concentra sul «reintegro della giunta», volontà annunciata dal sindaco pronto a riassegnare deleghe pesanti, come bilancio e lavori pubblici, rimaste vacanti dopo le dimissioni di Paolo Proietti e Giancarlo Cintioli. I due, è stato detto, saranno contattati in questi giorni per verificarne un’eventuale disponibilità che se non ci sarà, come è molto probabile, aprirà le porte dell’esecutivo a due nuovi personaggi. Per portare a termine l’operazione «sarà avviata – scrive il Comune – una valutazione con i partiti che avranno condiviso la proposta di bilancio, ma per ora non esistono nomi definiti».

Le proposte di Hanke e SpoletoSì Una precisazione, questa, per nulla casuale. Da martedì sera, infatti, circolano con insistenza i nomi del commercialista, già candidato alle Politiche con Futuro e Libertà, Carlo Alberto Zualdi e dell’ex generale della Guardia di Finanza Castore Palmerini. Proposte, queste, messe sul tavolo del sindaco Benedetti dal consigliere finora d’opposizione Maurizio Hanke, e condivise da Aliero Dominici, che non hanno mancato di creare mugugni tra democratici e socialisti. Inutile dire che sull’operazione di reintegro della giunta il sindaco Benedetti dovrà procedere con grande cautela, tenendo conto degli umori già piuttosto suscettibili delle forze di maggioranza. Onde evitare strappi che risulterebbero fatali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.