venerdì 20 luglio - Aggiornato alle 01:34

Salvini a Terni lancia la candidatura a sindaco di Latini: «Libertà e sicurezza»

Avvocato 44enne primo in pista per la corsa a Palazzo Spada, leader della Lega: «Gli altri dormono». Alleati Fi e Fd’I assenti

di Marta Rosati

L’avvocato Leonardo Latini è il candidato sindaco della Lega a Terni. A lanciare la corsa a Palazzo Spada del professionista 44enne è stato direttamente Matteo Salvini, che martedì aveva annunciato la propria presenza in città per fare il punto sulle elezioni amministrative del 10 giugno.

VIDEO: SALVINI E LATINI
FOTOGALLERY: SELFIE E STRETTE DI MANO

Salvini a Terni lancia la candidatura a sindaco di Latini Come ere nell’aria, il leader della Lega nella sede di via Angeloni ha presentato per primo il candidato sindaco, l’avvocato Latini. A chiedere se la fuga in avanti non rischi di dare vantaggio agli altri, Salvini ha risposto secco: «Gli altri dormono». Al suo fianco Latini che ha detto: «Dobbiamo recuperare un rapporto diretto con le persone, che stanno riponendo in noi grande fiducia. Terni sembra una città post bellica, noi vogliamo ridarle ciò che merita in termini di libertà, sicurezza e attrattività». Il senatore Candiani ha invece risposto a chi chiede lumi sull’appoggio di Forza Italia e Fratelli d’Italia alla corsa di Latini: «C’è la convergenza, assolutamente sì».

Centrodestra In verità la sensazione è che la Lega abbia forzato la mano e sfruttato l’incertezza dei propri ‘soci’ per fare il primo passo. Nella sede di via Angeloni, piena di giornalisti, in effetti non ci sono esponenti né ni Fi né di Fd’I e il segnale del partito, in questo senso è di forza; del resto i numeri delle recenti politiche danno ragione al Carrocio e i tanti cittadini che fanno la fila per un selfie con Salvini sono la prova di quanto il consenso sia davvero forte: «Grazie a Terni perché ogni volta che decido di venire, seppure scelgo di farlo dall’oggi al domani, trovo sempre tanta gente ad accogliermi. Oggi però più di tutto sono contento di presentare un candidato sindaco onesto e concreto».

L’avvocato aspirante primo cittadino Latini da parte sua dice di essere «il candidato di tutte quelle forze politiche e cittadine che hanno voglia di rappresentare un’alternativa seria per questa città». Ora, probabilmente, Forza Italia e Fratelli d’Italia non si tireranno indietro e daranno il loro supporto alla candidatura dell’avvocato, ma certo la sua presentazione non è stata corale; non è un mistero che Fi stava lavorando per il giudice Angelo Matteo Socci. In via Angeloni, mercoledì, ad una certa è invece comparso l’ex I love Terni Enrico Melasecche. L’ex consigliere non ha ancora svelato quale ruolo intende giocare alla prossima tornata elettorale ma quando Umbria 24 gli chiede se Latini è il ‘suo’ candidato risponde: «Soprattutto, ma non posso dire altro».

Governo italiano Immancabile, visto il periodo e l’agenda politica nazionale, un accenno alle consultazioni al quirinale: «A Mattarella – ha chiarito Salvini – diremo una cosa molto semplice: il centrodestra è la coalizione più votata dagli italiani,  quindi si parte con una candidatura a premier di cantrodestra e rivendichiamo pure il programma. Siamo disposti a parlare con tutti ma i Cinque stelle non possono mettersi sul piedistallo. Sarei felice di svegliarmi domani da presidente del consiglio perché ne ho la forza e la libertà. Se i grillini non hanno voglia di governare questo paese, allora andremo avanti da soli. Non temiamo affatto un ritorno alle urne».

@martarosati28

Una replica a “Salvini a Terni lancia la candidatura a sindaco di Latini: «Libertà e sicurezza»”

  1. sara lucci ha detto:

    Sono emozionata e felice credo che la scelta di candidare Leonardo Latini riporti fiducia tra gli elettori ternani avviliti e demotivati !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.