giovedì 20 giugno - Aggiornato alle 15:17

Elezioni Terni, scrutatori senza rimborso: manca firma su atto da 97 mila euro

Puzzle dirigenti e burocrazia col freno tirato, personale dei seggi aspetta i soldi: arriveranno a breve, sindaco Latini a Pontida

 

Un seggio a Terni

di M. R.

Senza rimborso il personale impiegato nei 129 seggi elettorali di Terni, poco meno di 800 persone, in occasione delle recenti elezioni amministrative. Il Comune deve sborsare 96 mila e 750 euro. I soldi ci sono ma il versamento non è autorizzato, manca la firma del dirigente titolare delle attività finanziarie Stefania Finocchio, alla quale il commissario straordinario Antonino Cufalo ha revocato la reggenza temporanea prima di lasciare Palazzo Spada, per cedere il posto al neo eletto sindaco Leonardo Latini.

Scrutatori senza soldi Presidenti, segretari e scrutatori si aspettavano di riscuotere entro il mese di giugno avendo terminato il proprio lavoro la notte tra il 24 e il 25, ma è arrivato luglio e non si è ancora visto un euro. Ai presidenti di seggio spettano 150 euro, a segretari e scrutatori 120. Dagli uffici dell’ente assicurano che il pagamento avverrà a stretto giro. Il lieve ritardo sulla scadenza del 29 giugno, come detto, sarebbe legato ad una pura questione burocratica, tutto sommato anche di poco conto rispetto alle innumerevoli partite aperte in Comune in termini di pagamenti; è una questione però figlia di una grana che prima o poi, il sindaco Latini, che ha passato il week-end a Pontida col leader del Carroccio, il vicepremier Matteo Salvini, dovrà affrontare, perché riguarda la sua macchina amministrativa. C’è un vuoto pure all’Urbanistica, edilizia privata e ambiente (come la Finocchio pure Marco Fattore). È risaputo poi che il primo cittadino deve chiudere il cerchio per la giunta. Oltre le indiscrezioni, qualche scaramuccia interna ai partiti della coalizione di Centrodestra, qualche ‘no’ da parte di professionisti esterni e qualche esponente irritato che nega di scalpitare per eventuali assessorati che il primo cittadino vorrà affidargli, pare che nulla si sia ancora mosso. Entro il 16 luglio la convocazione del primo consiglio comunale.

@martarosati28

I commenti sono chiusi.