sabato 25 maggio - Aggiornato alle 15:55

Elezioni amministrative: sindaci di Alviano, Montefranco e San Venanzo pronti al bis

Ciardo studia riqualificazione della piazza, Taccalozzi verso restyling via San Bernardino e Marinelli svela affreschi restaurati

 

Montefranco (foto Rosati)

Non hanno ancora personalmente ufficializzato la propria ricandidatura ma ambienti politici vicini ai sindaci di Alviano, Montefranco e San Venanzo (centrosinistra), assicurano la loro discesa in campo per le amministrative del prossimo mese. Intanto Giovanni Ciardo, Rachele Taccalozzi e Marsilio Marinelli annunciano progetti e inaugurazioni, piani per abbellire i propri borghi o migliorare i collegamenti interni.

Alviano Ammonta ad 80mila euro il costo stimato per la riqualificazione della piazza principale del paese di Alviano. Lo rende noto l’amministrazione comunale che ha redatto un progetto preliminare con il quale parteciperà al bando pubblico della Regione che prevede specifici finanziamenti. L’intervento, spiega il vice sindaco, Giovanni Sabatini, prevede la riqualificazione complessiva della piazza, in particolare il rifacimento della pavimentazione. «La vorremo rendere uniforme – spiega Sabatini –  rispetto a quella delle due vie carrabili di ingresso alla piazza stessa, ma soprattutto abbiamo l’obiettivo di valorizzare ulteriormente il castello di Bartolomeo con la sistemazione della parte immediatamente prospiciente le mura dello storico edificio. Con questo progetto – conclude – potremo rendere anche riconoscibili e leggibili i segni architettonici del passato che nel corso dell’ultimo secolo sono stati rimossi». Un tassello in più in chiave turistica, settore sul quale l’amministrazione sta puntando fortemente. Il Comune di Alviano ha infatti recentemente unificato la gestione dei due più importanti beni naturalistici e turistico-culturali del territorio: Castello di Bartolomeo e Oasi sono state assegnate ad un unico gestore, la cooperativa Lympha.

Montefranco Spenderebbe la metà (40mila euro) il sindaco Rachele Taccalozzi per la riqualificazione dell’arteria di collegamento tra il centro storico del paese e la frazione di Fontechiaruccia. L’amministrazione comunale ha approvato lo studio di fattibilità per la sistemazione di Via San Bernardino: «La strada – sottolinea il Comune – risente degli effetti del tempo ed ha necessità di un intervento di miglioramento della pavimentazione per assicurare i normali standard di sicurezza per chi vi transita. Lo studio preliminare prevede una spesa di 40mila euro che, se approvata, verrà finanziata con i fondi del bando pubblico regionale per  la concessione di contributi ai Comuni finalizzati alla realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria di strade comunali e relative pertinenze. Il Comune ha deciso la partecipazione al bando che riserva ai Comuni le sole spese di progettazione come contributo di partecipazione.

San Venanzo A chiudere il cerchio è il primo cittadino di San Venanzo, Marsilio Marinelli, che si slancia in un taglio del nastro: restaurati gli affreschi di Villa Faina, sabato l’inaugurazione. Raccontano scene paesaggistiche e della natura umbra le pitture storiche del secondo piano del palazzo comunale, recentemente recuperate grazie ad un restauro conservativo. Gli affreschi saranno inaugurati sabato prossimo alle 16 dal sindaco e dall’amministrazione comunale, alla presenza dei restauratori, dei cittadini e delle autorità locali. «Il restauro – rende noto il primo cittadino – è costato complessivamente oltre 94mila euro, finanziati dal Patto Vato e rappresenta una riacquisizione importante per il territorio sia dal punto di vista artistico che turistico-culturale».

I commenti sono chiusi.