Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 28 settembre - Aggiornato alle 03:09

Rubata la bandiera del Pd dalla sede di circolo, non è la prima volta

Furto a Borgo Bovio, il vessillo tornerà presto al suo posto. Il segretario: «La competizione politica non ammette vandalismo»

di M.R.

Era successo l’ultima volta poco meno di un anno fa e non era la prima volta; ora la bandiera del Circolo Pd Borgo Bovio-Valserra è stata rubata di nuovo. Di sicuro rispetto ad altre sedi sconta di rimanere ad altezza strada quindi facile preda di qualche dispettoso, tanto più in un quartiere piuttosto popoloso e per nulla povero di attività commerciali con relativo viavai tutto il giorno. Potrebbe trattarsi di una semplice bravata alcuna matrice politica, ma è chiaro che essendo quello il simbolo di un partito che ne identifica una sede territoriale, soprattutto in campagna elettorale per le vicinissime consultazioni nazionali, il fatto non può essere sottovalutato, tanto più, come è questo il caso, quando il fenomeno si ripete. Quel che è certo è che, come di consueto, il vessillo tornerà al suo posto, come sempre si è impegnato a fare il segretario di circolo Maurizio Moriconi che, sollecitato a esprimersi sull’accaduto dichiara: «È stata trafugata per l’ennesima volta e se qualcuno vuole fare il gradasso io sono pronto. Si presenti se ha coraggio. La competizione politica non può essere improntata alla violenza, c’è bisogno di idee e confronto sui programmi e men che meno può essere mischiata con il calcio. Respingo tali comportamenti con fermezza e se qualcuno mi vuole rompere personalmente gli zipidei troverà pan per focaccia.Ciao Lorenzo a stasera ! Buon pranzo !

I commenti sono chiusi.