Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 8 agosto - Aggiornato alle 04:49

Piano del governo per le infrastrutture, Forza Italia spinge per Terni e per il sud dell’Umbria

Ferranti e Dominici annunciano atto di indirizzo in consiglio: «Servono adeguati investimenti anche per questa area»

«Il fatto che nel piano delle opere strategiche post Covid il governo nazionale non abbia inserito interventi né ferroviari né viari che riguardano l’area del Ternano e dell’Umbria del sud può essere motivo di approfondimento in sede di consiglio comunale: sono certo sarà volontà di tutta la maggioranza rivendicare per questo territorio e per una città capoluogo le indispensabili attenzioni e gli adeguati investimenti da parte del governo nazionale». Così Francesco Ferranti e Lucia Dominici, esponenti di Forza Italia al consiglio comunale di Terni, che annunciano la presentazione di un atto di indirizzo nel prossimo consiglio  convocato per il 14 luglio.

L’atto «Il completamento della tratta ferroviaria Adriatica Narni-Terni-Spoleto-Foligno-Ancona – spiegano i due consiglieri – è certamente un’opera infrastrutturale strategica per l’area ternana e per una più ampia zona del centro Italia. Vero anche che se ne parla da oltre trent’anni in cui mai nulla si è fatto in questa direzione, pur succedendosi una ventina di governi nazionali di colori politici differenti. Al contrario il colore politico di chi governava l’Umbria e Terni è stato sempre lo stesso. Bisognerebbe ricordare come i cinquant’anni di governo regionale di sinistra abbiano mortificato l’area ternana con diverse incompiute, come la piastra logistica sulla Marattana, o come non prevedendo nel bilancio della Regione interventi di manutenzione e miglioramento sulla strada Flaminia tra Terni e Spoleto. Con l’insediamento degli attuali governi comunale  e regionale finalmente gli interventi per riqualificare la strada tra Terni e Spoleto sono stati finanziati e cantierizzati, allo stesso modo in città è stato completamente riqualificato un quartiere centrale e prossimo alla stazione come il quartiere Battisti. Riteniamo comunque il tema del potenziamento ferroviario da Roma in direzione Ancona un tema sempre attuale che da sempre il centro destra ternano sollecita. Il fatto che nel piano delle opere strategiche post Covid il governo nazionale non abbia inserito interventi né ferroviari né viari che riguardano l’area del Ternano e dell’Umbria del sud può essere motivo di approfondimento in sede di consiglio comunale».

I commenti sono chiusi.