Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 3 marzo - Aggiornato alle 03:39

Perugia, una pedina del Comune verso la Regione. Sullo sfondo la partita delle risorse per i trasporti

Il dirigente del settore Mobilità Leonardo Naldini potrebbe trasferirsi verso Palazzo Donini

Gli uffici della Regione al Broletto (foto ©Fabrizio Troccoli)

di Daniele Bovi

Un altro pezzo importante della macchina dirigenziale del Comune di Perugia a breve potrebbe entrare a far parte di quella della Regione, con sullo sfondo una delle partite strategiche per Palazzo dei Priori. Nelle scorse ore infatti si è conclusa la procedura di mobilità volontaria tramite la quale, nei mesi passati, Palazzo Donini si è messo alla ricerca di un dirigente per il Servizio infrastrutture, mobilità e trasporto pubblico locale, inquadrato all’interno della Direzione regionale governo del territorio, ambiente e protezione civile, guidata da Stefano Nodessi Proietti.

Le figure I nomi in graduatoria sono quattro: in cima c’è il dirigente della Provincia di Perugia Andrea Rapicetta che ha ottenuto un punteggio di 24 trentesimi; dietro di lui Leonardo Naldini, attualmente dirigente dell’Unità operativa Mobilità e infrastrutture del capoluogo umbro, una delle figure chiave dell’amministrazione. Terza in graduatoria Barbara Rossi con 22 punti e ultimo Gianluca Paggi con 16. Trattandosi di una procedura di mobilità volontaria, destinata a figure dirigenziali che intendono trasferirsi da un’amministrazione all’altra, serve anche il via libera da parte di quella di provenienza.

La procedura Oltre all’ok della giunta, l’iter prevede un periodo di sei mesi di comando, al termine dei quali arriverà il trasferimento vero e proprio. Secondo quanto raccontano i ben informati in entrambi i palazzi, in pole ci sarebbe Naldini che nei mesi scorsi, insieme ad altre figure importanti dell’amministrazione comunale (come il responsabile dei servizi finanziari Dante De Paolis) ha corso per una delle quattro super Direzioni. In ballo ci sono le valutazioni tra le diverse amministrazioni e nei prossimi giorni se ne saprà qualcosa in più.

Le partite Nessun dubbio invece c’è sul trasferimento, ufficializzato nei giorni scorsi, di Mirco Rosi Bonci verso Palazzo Donini: l’ormai ex dirigente del settore Entrate è infatti nella squadra della Direzione Salute e welfare guidata da Claudio Dario, dove si occupa del Servizio amministrativo e risorse umane del Sistema sanitario regionale. Il possibile trasferimento di Naldini verso la Regione si intreccia con una partita essenziale per il Comune, che da ormai diverse consiliature prova a battere i pugni sul tavolo della Regione per ottenere un riequilibrio delle risorse erogate che, ogni anno, servono ad alimentare il trasporto pubblico; nel recente passato, per avere i soldi relativi al Minimetrò Palazzo dei Priori è arrivato alle carte bollate. Senza dimenticare un dossier chiave come quello del metrobus, per il quale pochi giorni fa Comune, Regione, Università e ospedale hanno sottoscritto un protocollo.

Twitter @DanieleBovi

I commenti sono chiusi.