venerdì 23 agosto - Aggiornato alle 11:06

Ecco tutti i candidati delle due civiche di Giubilei: «Saranno la futura classe dirigente»

Il candidato sindaco ha presentato le squadre: «Segnali di rinnovamento anche dalla lista del Pd»

Giubilei mostra i simboli delle due liste

di Daniele Bovi

«Da questi elenchi uscirà gran parte della futura classe dirigente della città e della regione». Le parole sono di Giuliano Giubilei, candidato sindaco di Perugia del centrosinistra che venerdì mattina, a Umbrò, ha presentato i candidati delle due liste civiche che lo sosterranno, cioè «Giubilei sindaco» e «Rete civica – Perugia in Europa con Giubilei». Capolista di entrambe saranno due donne: la 34enne ricercatrice Diletta Paoletti per la seconda e la 73enne Fiammetta Marchionni, che gestisce un consultorio medico per i poveri per conto della Caritas, per la prima.

TUTTI I NOMI DELLA LISTA PD

La lista «Ci sono molte donne, tantissimi giovani e molte persone che sono alla prima esperienza politica; nessuno è legato ai partiti tradizionali, e a questo tengo molto perché dà il senso della mia candidatura». Giubilei ha parlato dei candidati come di «gente impegnata, che fa lavori importanti e che proviene da tanti mondi diversi. Non dico che rappresentano la parte migliore della città, perché sarebbe uno sgarbo nei confronti degli altri, ma di certo possono essere un momento nuovo, una possibilità per liberarsi da sedimentazioni e incrostazioni e ripartire senza guardare in faccia a nessuno».

FOTO: I VOLTI E I SIMBOLI 

DI MAIO A PERUGIA APRE ALLE ALLEANZE

L’inchiesta e la lista Pd E a proposito di ripartenza, Giubilei a margine della conferenza stampa ha detto la sua sull’inchiesta che ha decapitato i vertici di Pd e regione e sulla lista dem chiusa nelle scorse. Sulla prima Giubilei ha parlato di un «ostacolo ulteriore», mentre sulla seconda «ho visto che ci sono giovani i quali rappresentano un segnale positivo. Avevo chiesto segnali di rinnovamento e ci sono nomi che vanno in quel senso. Andando in giro ho notato che il Pd sul territorio ha una grande ricchezza, cioè tanti giovani impegnati che dovrebbero essere valorizzati di più». Quanto alla ‘calata’ di Lega e 5S dopo il deflagrare dell’inchiesta, Giubilei sostiene che «il vero pericolo è quello di consegnare Perugia a Salvini».

DI MAIO A PERUGIA APRE ALLE ALLEANZE

L’ultimo mese Per quanto riguarda l’ultimo mese di campagna elettorale, Giubilei spiega che sarà «impegnativo: continueremo ad andare nei territori per cercare consenso e avvicinare quelli che si sono allontanati nel corso degli ultimi cinque anni». In programma ci sono anche una serie di iniziative tematiche, «alcune ambiziose», su alcuni argomenti centrali come ambiente, partecipazione, mobilità, lavoro, sociale e cultura. Di seguito pubblichiamo tutti i nomi delle liste e i loro profili.

GIUBILEI SINDACO

Fiammetta Marchionni (Spello, 73 anni): si è occupata sempre dei più deboli: alcolisti, tossicodipendenti, disabili gravi e gravissimi, anziani, poveri. Ora tiene in piedi un consultorio medico per i poveri per conto della Caritas. In passato è stata in vari Paesi per occuparsi di disabili. Se ne avesse la possibilità terrebbe aperto costantemente un luogo, fisico e mentale, di ascolto dei bisogni per orientare efficacemente le scelte decisionali. Dai deboli ha imparato umanità, tolleranza, pazienza, economia nelle scelte. Quando era nel Consiglio della Fondazione Carisp Perugia si occupava di microcredito

Fabrizio Croce detto “Fofo” (Napoli, 56 anni): “adottato” da Perugia nei primi anni ’70. Ha fatto un lungo percorso attraverso il pentagramma: musicista, deejay, animatore e gestore di locali a carattere ricreativo-culturale, collaboratore delle principali manifestazioni musicali regionali. Organizza eventi a 360°. Opera in associazioni di promozione sociale del centro storico e collabora a progetti di sviluppo del territorio.

Luciano Bracarda (Perugia, 65 anni): diploma di tecnico per l’ndustria elettrica ed elettronica. Sposato, 3 figli. Artigiano nel settore dell’assistenza tecnica di apparecchiature elettroniche. Impegnato nell’associazionismo sportivo legato al ciclismo, presidente della Asd Tevere di Pretola che organizzia il tradizionale Gran premio Pretola, gara ciclistica per dilettanti e ultimamente per juniores dal 1952. Impegnato nell’associazionismo del territorio, promuove insieme a tante persone e associazioni eventi di raccolta fondi per popolazioni colpite da calamità. Ha partecipato alla realizzazione del percorso verde del Tevere.

Daniele Bravi (Perugia, 42 anni): sposato con 4 figli, laureato in Economia e commercio a Perugia e master in Finanza internazionale conseguito a Pavia. Ha lavorato alcuni anni a Milano in ambito finanziario. Oggi lavora come quadro direttivo in un gruppo bancario straniero.

Assunta Casagrande (Perugia, 49 anni):nata a Porta Pesa, laurea in Scienze Politiche (ind. Politico-internaz). Si è dedicata prevalentemente alla famiglia, ha tre figli. Ha insegnato e avuto un’attività artigianale nel centro storico. Crede fermamente nell’istruzione, nella cultura e intercultura, nella Costituzione italiana.

Rachele Chiarelli (Brindisi, 19 anni): cresciuta da sempre a Perugia, frequenta l’ultimo anno al liceo classico Annibale Mariotti e voterà quest’anno per la prima volta. Negli ultimi anni si è appassionata ai temi della rappresentanza studentesca e quindi alla politica in generale che vede come strumento di servizio nei confronti della comunità. Servizio per lei è una parola molto importante, infatti, da molti anni fa parte degli scout Agesci ed è attiva nel mondo oratoriale perugino. Si interessa molto alla cultura in particolare al teatro e alla musica.

Ughetta De Angelis (Perugia 46 anni): avvocata, laureata in diritto internazionale privato, è tornata a Perugia dal 2013 dopo avere lavorato per oltre dieci anni in altre città italiane e all’estero. Si occupa di due ambiti specifici: per le imprese, di contrattualistica e contenzioso internazionale; per le persone fisiche, di diritto minorile e di famiglia (Comitato no-Pillon). Vive da sola con mia figlia di 5 anni e mezzo.

Ippolita Degli Oddi (Perugia, 68 anni): laureata in lettere all’Università di Bologna. Ricercatrice a Venezia, ha insegnato storia contemporanea per 27 anni all’Università per stranieri di Perugia. Ha istituito insieme ad alcuni colleghi nel 2005 un master in consulenza filosofica, “Sucf la filosofia che Cura” in partnership con Roma3 dove tutt’ora lavora. Ha tre figli.

Francesco Di Pietro (Taurianova, 44 anni): avvocato cassazionista del Foro di Perugia. La sua attività prevalente è la tutela dei diritti umani: asilo, discriminazioni, tratta di esseri umani, persecuzione e violenza di genere. Collabora con enti pubblici e associazioni per le tematiche dell’accoglienza e dell’integrazione. SI occupa inoltre di “discorsi d’odio” (hate speech) e di beni comuni.

Claudio Falconeri (Todi, 61 anni): imprenditore.

Mauro Frattegiani (Perugia, 55 anni): laureato in Scienze Forestali, libero professionista come dottore forestale dal 1996. Ha collaborato con molte associazioni/comitati per la tutela e la valorizzazione dell’ambiente e del territorio. Presidente dell’associazione “Pro Silva Italia”, che promuove una gestione delle foreste “prossima alla natura” ed è associata a “Pro Silva Europa”.

Gabriele Goretti (Perugia, 75 anni): dirigente scolastico presso il primo circolo di Perugia dal 1979 al 2009. Componente del gruppo H presso il provveditorato agli studi e di Perugia e del consiglio scolastico provinciale. Ha istituito nel 1988 la scuola in ospedale presso il Santa Maria della Misericordia e ha gestito la scuola polo regionale per l’istruzione domiciliare. E stato componente del cda dell’Isuc per dieci anni. Attualmente è componente del cda della Fondazione Sant’Anna e svolge la funzione di formatore dei giovani del servizio civile presso la Lega delle Cooperative.

Alvaro Lanfaloni (Foligno, 62 anni): da 35 anni vive a Perugia nel quartiere di Madonna Alta. Laureato in Farmacia, ha esercitato per quasi 37 anni la professione di informatore scientifico del farmaco. È stato delegato sindacale nella Rsu di una grande multinazionale del farmaco. Sposato con due figli. Da poco in pensione. Il suo interesse primario rimane il mondo della sanità soprattutto nel campo onco-ematologico.

Luigi Longobucco (Germania, 46 anni): laureato in Scienze Politiche con indirizzo politico-amministrativo a Perugia, dipendente Adisu Agenzia per il diritto allo studio universitario, sindacalista nel pubblico impiego e componente Rsu in Adisu, Dirigente della Polisportiva calcio Madonna Alta.
Ha militato nella sinistra giovanile, sposato e con un figlio.

Lucia Maddoli (Perugia, 44 anni): cittadina del mondo, laureata in Scienze Politiche all’Università di Perugia, ha poi conseguito un Master europeo in mediazione inter-mediterranea. Ha lavorato alla Tavola della Pace, è stata Focal point in Italia per la Campagna delle Nazioni Unite per gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio e successivamente, dal 2008 al 2010, ha lavorato nel Sud del Libano per il Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite. Dalla fine del 2010 lavora per Felcos Umbria, un’associazione di Comuni umbri che si occupa di cooperazione internazionale e promozione dello sviluppo sostenibile, di cui attualmente è vicedirettrice. Da sempre vicina al mondo dell’associazionismo, ha fatto parte per molti anni dell’Agesci e di Amnesty International.

Francesco Mariano (Lecce, 65 anni): dal 1972 a Perugia, laureato in medicina e chirurgia a Perugia, specializzato in Sicurezza sociale e Organizzazione sanitaria a Siena. Medico convenzionato dal 1987 Son Diploma di esperto in Criminologia presso Fed Mantova con tesi sulla violenza agli anziani. Ctu del tribunale. Vari corsi sulla violenza di genere. Già medico periferico addetto per due anni al Comando Regionale Gdf Umbria. Volontariato con radio Augusta (1985) Perusia ha collaborato con Alcolisti anonimi, proposto e realizzato il primo club di alcolisti in trattamento in Umbria. Altre attività di volontariato. Sposato dal 1983 e padre di tre figli.

Lavinia Pannacci (Perugia, 38 anni): laureata in scienze politiche nel 2006, master di secondo livello in ‘politiche pubbliche sanitarie’ presso La Sapienza, Università in Roma. Si occupa di progetti ministeriali e regionali in materia di screening e prevenzione della salute sul territorio umbro. È stata referente amministrativa del Ministero della Salute per il progetto “una scelta in Comune” riguardante la dichiarazione di volontà dei cittadini su donazione di organi e tessuti al momento del rinnovo della carta d’identità, ora diventata legge dello Stato.

Francesca Pasquino (Paola, 44 anni): avvocato dal 2003 si occupa prevalentemente di diritto penale e diritto commerciale. Dal 2015 ricopre la carica di vice presidente del consiglio di amministrazione della Società Amub magione spa, società controllata e partecipata Aci Perugia, proprietaria dell’autodromo dell’Umbria.

Federico Phellas (Assisi, 24 anni): di madre pugliese e padre cipriota, sempre vissuto a Perugia. Diplomato al Liceo Classico “A. Mariotti” e laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all’Università di Perugia dove studia Conflitti e Studi Strategici. Il volontariato è una colonna portante della sua vita fin dall’età di 14 anni: ha iniziato il percorso nell’Azione Cattolica. Oggi, dopo diversi progetti, si impegna nel mondo degli Oratori Perugini e non solo. Dopo l’impegno nella rappresentanza studentesca negli anni del liceo, dal 2013 si è avvicinato alla Politica adoperandosi tra le file del centro-sinistra.

Luana Pioppi (Perugia, 47 anni): diplomata presso il Liceo Scientifico “Galeazzo Alessi”, laurea di primo livello in Economia presso l’Università degli Studi di Perugia e iscritta all’Ordine Nazionale dei Giornalisti dell’Umbria, elenco pubblicisti. Collabora per diverse testate giornaliste cartacee ed online, cura uffici stampa per eventi ed enti di categoria. Attiva sul sociale, dà una mano ad alcune realtà associative del territorio. Per anni è stata membro del direttivo e responsabile della comunicazione dell’associazione Avanti Tutta di Leonardo Cenci.

Claudio Santi (Fabriano, 52 anni): sposato con due figlie, laureto in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche, nel 1996 ha conseguito il dottorato di Ricerca in Scienze Chimiche e oggi professore di Chimica Organica al dipartimento di Scienze Farmaceutiche (UniPG) e professore onorario alla Jan Dlugosz University di Czestochowa. Attivo nel volontariato (salute e diritti umani) e nell’ambito della divulgazione su tematiche ambientali e di sviluppo sostenibile che si ricollegano direttamente anche ad alcuni aspetti della sua ricerca.

Alessio Sepioni (Assisi, 25 anni): studente di Ingegneria all’Università di Perugia, attivo nel territorio e nell’associazionismo. Vicepresidente dell’Asd Circolo Arci Sant’Egidio dove si impegna da anni nelle varie attività di volontariato che l’associazione, insieme a molti ragazzi, svolge sia in ambito sportivo con la scuola di pattinaggio artistico e la scuola calcio, sia in ambito di promozione sociale per la gestione del circolo, del doposcuola e dei vari eventi culturali e ricreativi che svolgiamo durante l’anno collaborando anche con le altre associazioni del Territorio d’Arna.

Luca Tarantini (Perugia, 51 anni): architetto libero professionista, master di 2° livello in Progettazione navale, da oltre 20 anni ha esperienze lavorative sia in territorio nazionale che all estero. Appartenente al 17esimo Nucleo Ass.Naz. Carabinieri dell’Umbria – Protezione Civile.

Marina Toschi (Roma, 63 anni): ginecologa e igienista ho lavorato nei Consultori pubblici di Perugia oltre 35 anni. Consigliera di parità regionale alcuni fa, ha sempre lottato per i diritti delle donne e faccio parte di Associazioni nazionali ed internazionali di medici per i diritti riproduttivi e l’ambiente.

Alessandro Verdacchi (Eritrea, 61 anni): coniugato, 2 figli. Medico di medicina generale. Specializzato in Endocrinologia, Corso di formazione specifica in Medicina generale. Corso di Emergenza sanitaria territoriale (118). In quanto profugo, sensibile alle tematiche dell’immigrazione ed interessato alla politica internazionale ed al Corno d’Africa.

Pierluigi Vossi (Perugia, 51 anni): avvocato civilista, consigliere dell’ordine di Perugia due mandati, si occupa di giustizia sportiva. Presidente regionale dell’associazione allenatori di calcio e corresponsabile dell’ufficio legale nazionale. Membro commissioni giuridiche della Figc nazionale. Ex calciatore del Perugia (serie C) e ultramaratoneta.

Stefania Zucchini (Perugia, 45 anni): laureata in Lettere e dottore di ricerca in Scienze storiche dal Medioevo all’Età contemporanea. Nel 2017 ha conseguito l’Abilitazione nazionale a Professore associato di Storia medievale nelle Università italiane e dal dicembre 2018 è ricercatrice presso il Dipartimento di Lettere dell’Università degli studi di Perugia, nel quale insegna Storia medievale. Fra i suoi ambiti di ricerca la storia dell’Università, la storia cittadina nell’età comunale e signorile e infine la storia religiosa.

RETE CIVICA – PERUGIA IN EUROPA CON GIUBILEI

Diletta Paoletti (Perugia, 34 anni): Assegnista di ricerca all’Università di Perugia, è laureata in scienze politiche e si occupa di Diritto dell’Unione europea. È ideatrice e coordinatrice del Master di I° livello in “Progettazione e accesso ai fondi europei per la cultura, la creatività e il multimediale”, promosso dall’Ateneo perugino dal 2016. Dal 2017 è project manager e membro della Cattedra Jean Monnet dell’Università di Perugia, finanziata dalla Commissione europea. Svolge consulenza sui fondi europei.

Costanza Spera (Perugia, 24 anni): Laurea magistrale in Relazioni Internazionali, curriculum in conflitti, politica internazionale e studi strategici. Nata e cresciuta a Perugia, ha svolto in questa città tutto il proprio percorso formativo. Sin dai primi anni di scuola attiva nel mondo dell’associazionismo studentesco, prima con la Rete degli Studenti Medi e poi con la Sinistra Universitaria, per la quale è stata eletta rappresentante degli studenti nel Senato Accademico Unipg. Da un anno ha aderito al movimento cittadino Anima Civica.

Giovanni Bertinelli (Gubbio, 57 anni): Odontotecnico posturologo tecnico per la valutazione strumentale posturale Posturalbert. Presidente dell’associazione Aps no profit B. E benessere e salute. Appassionato di Lambrette ed ex presidente dell’associazione Lambretta club Umbria ha organizzato varie manifestazioni tra cui !City Vintage! ai Giardini del Frontone e manifestazioni internazionali legate al marchio Innocenti. Sposato con un figlio.

Fabrizio Defonte (Crotone, 31 anni): laureato in Farmacia, attualmente informatore scientifico del farmaco.

Giulia Donati (Foligno, 31 anni): diplomata in scienze sociali. Operatrice socio sanitario (non praticante) ma sempre lavorativamente impegnata nel settore sociale. “La rinascita dell’Umbria ed il rilancio nazionale ed europeo della regione – è la sintesi del suo pensiero – deve necessariamente passare da Perugia (capoluogo)”.

Simone Emili (Perugia, 21 anni): frequenta il dipartimento di Scienze politiche e relazioni internazionali. Ha fatto politica sia nelle scuole superiori diventando sia rappresentante d’istituto e poi rappresentante della consulta degli studenti e poi all’Università, diventando rappresentate nel Consiglio di dipartimento di Scienze politiche. Fa parte di associazioni studentesche da ormai 4 anni.

Federico Faina (Perugia 26 anni): ex commerciale di un’azienda di abbigliamento a Roma, ora studente di economia (ha lasciato il lavoro a ottobre per finire gli studi). È stato rappresentante di istituto al liceo Alessi 8 anni fa (dove ha costruito la maggior parte dei contatti). Nei 4 anni lontano da Perugia ha vissuto per un breve periodo in Messico e in Turchia, oltre che a Roma.

Raffaela Forconi (Perugia, 39 anni): laureata in Giurisprudenza con sviluppo di un corso sulla tutela dei consumatori. Avvocato, impiegata nel settore assicurativo, ex pallavolista, mamma di una bambina di tre anni, motivata all’impegno politico per la difesa e la tutela della disabilità.

Lorella Fusaro (Spello 60 anni): diploma di maturità classica. Da 40 anni lavora con i bambini e da 38 al Centro per l’infanzia “il Tiglio” di Perugia, una scuola “che mi ha formata e che ho contribuito a mantenere sempre fedele ai principi di inclusività, apertura, condivisione e sostegno alle famiglie”.

Gabriella Galiero (Napoli, 19 anni): frequenta l’Università, nello specifico il corso di laurea in Biotecnologie.

Riccardo Giangreco (Passignano sul Trasimeno, 48 anni): trasferitosi giovanissimo a Corciano è laureato in Tecnica Pubblicitaria all’Università per Stranieri di Perugia di cui e stato anche nel Consiglio di Amministrazione. Ha frequentato il Miga, master internazionale in gestione e innovazione di impresa. Svolge l’attività di consulente in marketing & comunicazione per varie imprese e attività del territorio e non. È stato docente per agenzie di formazione in marketing & comunicazione, logistica e social media. Attivista animalista, si batte per i diritti degli animali e il loro benessere. Vegetariano e ambientalista, attivo nel mondo del volontariato.

Kamaljeet Kaur (India, 44 anni): viene dall’India, da una famiglia panjabi di religione sikh; ha studiato Hindi e Inglese oltre all’Italiano. Lavora come traduttrice, interprete, mediatrice culturale, oltre a gestire una piccola attività di ristorazione. Tanto la sua esperienza in India, quanto quella in Europa, l’hanno convinta che il grande tema politico del mondo contemporaneo sia quello di gestire il problema delle frontiere, di arginare le rivalità interetniche, l’odio interreligioso, ogni forma di campanilismo. A livello locale pensa che il compito del buon amministratore sia di dedicarsi con passione alla cosa pubblica mettendo l’interesse personale in secondo piano e soprattutto puntando sempre al massimo di efficienza con la minima spesa.

Enrico Mercati (Città di Castello 55 anni): professore di materie letterarie e latino presso il Liceo Scientifico “Galileo Galilei” di Perugia. Si occupa di difesa dei diritti umani, in particolare dei diritti dell’infanzia e del diritto allo studio, di integrazione e inclusione nel mondo della scuola. È anche archivista e paleografo, ha collaborato con la Soprintendenza archivistica per l’Umbria. Ha pubblicato testi e articoli di storia e arte locale. Collabora con Unicef Perugia da anni.

Rosanna Palano (Cerignola, 48 anni): pugliese di nascita, a Perugia da 30 anni per scelta. Biologa, mamma e moglie. Appassionata di dialogo interreligioso e interculturale, cittadina attenta e attiva. Vive a San Sisto. “Ho molto a cuore – commenta – lo sviluppo di percorsi civici inclusivi per le periferie, soprattutto quelle più lontane e difficili”.

Luciano Palazzetti (Perugia, 69 anni): artigiano, storico parrucchiere di Perugia.

Gianluca Papalini (Perugia, 46 anni): residente del Centro storico. Agente immobiliare, diplomato alla scuola superiore. Si definisce “strenuo difensore del decoro urbano nella città”.

Sabrina Pasquini (Perugia, 51 anni): laureata in giurisprudenza, avvocato iscritta al Foro di Perugia, vive a San Martino in Colle, frazione del Comune di Perugia.

Michele Prosperini (Perugia, 35 anni): dopo il diploma in ragioneria e la laurea in economia aziendale lavora da anni in un’importante azienda perugina nel settore dei servizi integrati per la sanità e le industrie. Appassionato di sport (ha giocato a calcio per anni in diverse società di Perugia e ha conseguito il patentino da allenatore), musica e arte. Nel 2015 ha gestito, con alcuni amici, un locale nel centro storico e in questi anni ha collaborato con altre realtà del territorio del campo dell’intrattenimento.

Leonardo Vincenzo Salvatore Racana (Stigliano, 54 anni): residente a Perugia. Ha conseguito il diploma in Ed. Fisica presso Isef di Napoli, ha frequentato presso il centro civico di specializzazione giuridico amministrativo del comune di Milano il corso in marketing analisi di bilancio, revisione e certificazione di bilancio. Ha conseguito l’attesto di qualifica Sperimentale come “ Dirigente sportivo”presso Regione Lombardia. Professione dirigente.

Eleonora Salines (La Spezia, 53 anni): maturità classica presso liceo T. Tasso di Roma. Studi in Medicina veterinaria e produzione animale a Perugia e Torino. Collaborazione con il teatro “Gioacchino Belli” di Roma dove si occupa di promozione teatrale. Titolare di agenzia di servizi dello spettacolo “Araba Fenice”. Sensibile al tema del benessere animale, è sempre stata attiva nelle associazioni di protezione animale. Mamma orgogliosa di occuparsi della propria famiglia e di altri animali.

Francesca Severi (Perugia, 54 anni): Cancelliere alle dipendenze del Ministero della Giustizia.

William Silva Vasquez (Perù, 48 anni): operatore socio sanitario e impiegato di una cooperativa perugina. Sposato con 2 figlie, vicepresidente della Consulta per stranieri del Comune di Perugia, presidente dell’Avperu, associazione di volontariato peruviano della dell’Umbria. Ha studiato come tecnico elettricista, dal 2006 presidente della confederazione peruviana dell’Umbria e promotore dell’apertura del consolato peruviano dell’Umbria.

Valter Toppetti (Perugia, 55 anni): laurea in lettere moderne, docente di filosofia e storia. Impegnato nei campi del sociale, cultura e politica, è presidente del Circolo Arci Collestrada e del Comitato per la salvaguardia e la tutela del territorio di Collestrada e zone limitrofe. Musicista, attore e regista teatrale, si occupata di produrre cultura come strumento di promozione e aggregazione sociale. Dagli anni ’80 nella sinistra universitaria e poi nei Ds. “Ho accettato la candidatura nella lista Rete civica come una sorta di ‘dovere civico’ in un momento particolare della vita politica della città e del Paese, nel quale i valori democratici rischiano seriamente di essere messi in discussione”.

Nancy Carene Tra (Perugia, 22 anni): studentessa di Lingue e culture straniere all’Università di Perugia, attiva nell’associazionismo della comunità ivoiriana a Perugia.

Graziano Vinti (Perugia, 56 anni): scrittore, attore, guida escursionistica ambientale e “orgoglioso operaio forestale”. Conoscitore e promotore del territorio attraverso l’associazionismo, l’escursionismo e l’azione teatrale. Organizzatore di spazi, eventi culturali, visite “teatralizzate” e itinerari naturalistici. È autore di guide e realizzatore di testi e spettacoli rivolti alla valorizzazione delle storie e delle memorie collettive sempre legate al territorio. Da qualche anno veste i panni della riscoperta maschera popolare del Bartoccio.

I commenti sono chiusi.