Quantcast
venerdì 3 dicembre - Aggiornato alle 10:24

Perugia, sicurezza: incontro tra Romizi e Alfano. Il sindaco: «Porterà risultati concreti e positivi»

Angelino Alfano (foto F.Troccoli)

di Daniele Bovi

Sono stati i problemi della sicurezza il tema principale dell’incontro, che si è tenuto questa mattina alle 11 a Roma, tra il nuovo sindaco di Perugia Andrea Romizi e il ministro dell’Interno Angelino Alfano. L’incontro era stato richiesto da Romizi due giorni dopo il ballottaggio dell’otto giugno proprio con lo scopo di parlare con Alfano delle possibili azioni da portare avanti nel capoluogo di regione. Dopo il summit le bocche sono cucite ma da palazzo dei Priori assicurano che la situazione del capoluogo è stata analizzata parlando di temi e idee concrete.

L’incontro Romizi lo ha definito «un incontro molto costruttivo, che porterà dei risultati concreti e positivi in tema di sicurezza per la nostra città». «Come anticipato subito dopo la mia elezione a sindaco – aggiunge il sindaco – ho stabilito una interlocuzione con il governo per porre l’accento su uno dei temi maggiormente sentiti dai perugini. Al ministro Alfano ho espresso l’apprezzamento mio personale e della città per il lavoro che stanno compiendo il questore e le forze dell’ordine, ma anche l’esigenza che questa attività di controllo del territorio, prevenzione e repressione dei reati faccia un ulteriore passo in avanti. L’impegno del Ministro ad affrontare i problemi di Perugia, con misure appropriate, mi lascia soddisfatto. Certamente l’interlocuzione tra palazzo dei Priori ed il Viminale sulla sicurezza di Perugia avrà ulteriori momenti di confronto. Altrettanto certo è che il Comune farà tutto ciò che è in suo potere e di sua competenza. La sicurezza resta in cima alla lista delle priorità».

Il caso Reppucci Al Viminale, dove è probabile che si sia parlato anche del nuovo prefetto che il governo dovrà nominare dopo la bufera che si è abbattuta su Antonio Reppucci, erano presenti anche il capo della polizia Alessandro Pansa e il consigliere regionale del Nuovo centrodestra (lo stesso partito di Alfano) Massimo Monni. Nomi di possibili sostituti al momento non circolerebbero, e giovedì nella sede del Viminale ci si sarebbe limitati ad acquisire qualche informazione a proposito della tempistica. Da quanto trapelato, per capire chi arriverà al posto di Antonio Reppucci non serviranno molti giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.