Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 29 novembre - Aggiornato alle 22:03

Perugia, il caso dei fasci littori arriva in Parlamento: «Vengano coperti o rimossi»

Il deputato di Sinistra italiana Nicola Fratoianni presenta un’interrogazione al ministro della Cultura Dario Franceschini

I fasci riportati alla luce al Mercato

Ricoprire i fasci littori riportati alla luce al Mercato coperto di Perugia o, in alternativa, «rimuovere gli stessi e collocarli all’interno di un museo, evitando così in ogni modo che il simbolo del Partito nazionale fascista possa essere indebitamente accostato al nome, al simbolo e all’immagine della città di Perugia». A chiederlo, in un’interrogazione presentata martedì al ministro della Cultura Dario Franceschini, è il deputato di Sinistra italiana Nicola Fratoianni.

I FASCI LITTORI RIPORTATI ALLA LUCE

ROMIZI: «NON SONO OSTAGGIO DI REAZIONARI»

GROHMANN: «RESTINO LÌ, MA SERVE UNA TARGA»

L’interrogazione Il deputato ricorda il dibattito che c’è stato in città sostiene che il fatto che «siano stati cancellati o coperti è coerente con la storia di una Repubblica la cui Costituzione è profondamente e intrinsecamente antifascista. I fasci littori in una struttura così importante della città non possono essere tollerati in quanto non rappresentativi della storia, del patrimonio culturale e del bagaglio di valori della città stessa. Inoltre – conclude – che siano stati usati soldi pubblici per riportare alla luce simboli del Partito nazionale fascista, che si collega con un periodo della nostra storia da condannare, non è sicuramente accettabile».

I commenti sono chiusi.