lunedì 22 aprile - Aggiornato alle 04:29

Terni-Roma, treni sporchi e inadeguati: istanze dei pendolari in parlamento

Il deputato di Fratelli d’Italia Emanuele Prisco: «I viaggiatori meritano rispetto, vogliamo subito nuovi convogli»

«Servizi inadeguati per i pendolari a fronte dell’aumento di prezzo degli abbonamenti del treno». Sono quelli che denuncia il parlamentare Emanuele Prisco di Fratelli d’Italia, lamentando ancora i numerosi disagi cui sono sottoposti ogni giorno i passeggeri che viaggiano da Terni verso Roma. L’esponente di Fratelli d’Italia, che sull’argomento aveva presentato nei mesi scorsi un’interrogazione a Montecitorio, contesta la qualità dei servizi offerti a fronte dei rincari per viaggiare su convogli sporchi e talvolta obsoleti.

Prisco «I 12 nuovi treni che percorreranno la direttissima Terni-Roma devono essere messi in funzione il più presto possibile – ha detto Prisco -. Nell’attesa le carrozze attuali devono essere sottoposte a operazioni più approfondite di pulizia. E’ inconcepibile che gli interventi approfonditi vengano eseguiti una sola volta a settimana». Il parlamentare ha ricevuto la risposta all’interrogazione da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti in cui viene spiegato che «gli interventi di pulizia più approfonditi vengono programmati con cadenza settimanale mentre quelli che necessitano di minor tempo vengono eseguiti più volte al giorno».

I commenti sono chiusi.