sabato 20 gennaio - Aggiornato alle 00:33

Pd Spoleto, si sblocca l’impasse: convocata l’assemblea per elezione segretario

Relazione dei garanti conferma correttezza voto congressuale e Miccioni chiama tutti a raccolta il 18/1: «Più utile discutere della città e delle elezioni»

Matteo Cardini (foto Fabrizi)

di Chia.Fa.

Si sblocca l’impasse e arriva la convocazione dell’assemblea dei 60 delegati, che dovranno eleggere il nuovo segretario comunale: salvo sorprese a guidare il Pd di Spoleto nelle prossime e delicatissime settimane sarà Matteo Cardini, il trentenne che già da qualche anno sgomita in viale Trento e Trieste, ma che solo nel dicembre scorso è riuscito a eleggere 35 delegati di suo riferimento, conquistando così la maggioranza in assemblea.

VESCOVO: «A SPOLETO SERVE GOVERNO GENEROSO»
CENTRODESTRA CORRE DA SOLO

Pd Spoleto, si sblocca l’impasse A convocare per il 18 gennaio la seduta di insediamento dell’organismo è stato il segretario provinciale del Pd, Leonardo Miccioni, che mercoledì ha ricevuto la relazione della commissione provinciale dei garanti per il congresso, guidata da Maurizio Manini, che esaurito il compito si è dimesso, senza compiere l’ultimo atto, ossia la convocazione dell’assemblea, su cui era arrivata la diffida della mozione Prima Spoleto, uscita sconfitta dalla consultazione di fine dicembre degli iscritti. I garanti hanno confermato la correttezza delle votazione avvenuta nei circoli, segnata dal boom di nuovi tesseramenti, gestito poi con la verifica ad personam dei nuovi iscritti, necessaria per partecipare al congresso.

Convocata l’assemblea per elezione segretario In questo senso Miccioni ha quindi proceduto a convocare per giovedì prossimo alle 20.30 l’assemblea dei 60 delegati appena eletti. Respinto nella sostanza, quindi, il ricorso con denuncia di presunte irregolarità depositato dai 25 delegati di Prima Spoleto, che appoggiano l’aspirante segretario Guido D’Angeli, sostenuto dai consiglieri comunali Dante Andrea Rossi, Paolo Martellini e Laura Zampa. Se il gruppo deciderà di procedere con ulteriori iniziative per fermare l’insediamento dei 60 delegati e l’elezione di Cardini lo si capirà nelle prossime ore. Ma Miccioni avverte: «Credo che sia decisamente più utile affrontare la discussione sui temi della città e sul doppio appuntamento elettorale che attende il Pd di Spoleto».

@chilodice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *