mercoledì 18 settembre - Aggiornato alle 19:57

Pd, pronta la nuova squadra di Verini. Ad Assisi la convention nazionale del duo Ascani-Giachetti

Sabato la presentazione. All’hotel Cenacolo invece in centinaia per «Sempre avanti». E spuntano altri 4 comitati civici di Renzi

Walter Verini (foto U24)

di Daniele Bovi

È pronta e sarà presentata sabato la nuova squadra che supporterà il commissario del Pd umbro Walter Verini; una sorta di esecutivo ristretto che sostituirà la segreteria, commissariata come il resto del partito ormai da due mesi, cioè dal giorno in cui è scoppiata l’inchiesta sui presunti concorsi truccati che ha decapitato il Pd e la Regione.

La lettera Per mezzogiorno è stata convocata una conferenza stampa nella sede del partito in via Bonazzi, e ovviamente si parlerà anche della lettera sottoscritta da 104 membri dell’assemblea regionale con cui si chiede la convocazione dell’organismo e il congresso; nel frattempo qualcuno si è defilato e le firme sono diventate una 90ina, per lo più espressione dell’area marinian-bocciana che nell’assemblea frutto del congresso vinto da Gianpiero Bocci poteva contare su circa 180 membri. Uno scontro, quello emerso in modo plastico con la lettera, che va inquadrato nell’ottica delle regionali d’autunno e della delicatissima partita delle candidature. Ma il weekend per il Pd umbro sarà interessante anche per un altro motivo.

LA LETTERA E LA BATTAGLIA PER LE CANDIDATURE

OLTRE IL 60% DEGLI UMBRI GOVERNATO DAL CENTRODESTRA

Sempre avanti Ad Assisi infatti ci sarà la prima riunione nazionale di «Sempre avanti», l’associazione di Anna Ascani e Roberto Giachetti nata dopo la corsa congressuale del duo che, in Umbria, ha raccolto il 16%; una mozione nata dopo la spaccatura all’interno del mondo renziano, che in parte ha sostenuto Martina. Il programma tra forum e panel si snoderà dal sabato pomeriggio alla domenica, giornata che si concluderà con l’intervento, all’ora di pranzo, di Giachetti. L’appuntamento è all’hotel Cenacolo e in tutto sono attese circa 500 persone da tutta Italia; tra gli ospiti del meeting renziano ci saranno, tra gli altri, Maria Elena Boschi, Luigi Marattin, Simona Bonafè, Ettore Rosato, Sandro Gozi, Teresa Bellanova, Ivan Scalfarotto, Gennaro Migliore, Silvia Fregolent, Marco Di Maio, Flavia Piccoli Nardelli.

REGIONALI, SI CANDIDA IL GENERALE PAPPALARDO

AURI, BETTI SI DIMETTE

Gli ospiti Ad Assisi anche il sindacalista della Cisl Marco Bentivogli, Francesco Borgomeo e il custode del Convento Padre Enzo Fortunuto, che interverrà in apertura insieme al sindaco di Assisi; oltre a loro saranno presenti anche molti sindaci e amministratori locali eletti in questa tornata di elezioni locali. Non ci sarà invece l’ex premier Matteo Renzi ed è sfumata nelle ultime ore anche l’ipotesi Roberto Maroni; il leghista, schierato nel partito sul fronte opposto rispetto a quello di Matteo Salvini, era dato tra i possibili ospiti. L’associazione presieduta da Luciano Nobili può contare in Umbria su alcune centinaia di iscritti e ovviamente le possibili strade che prenderà, a livello nazionale e locale, sta suscitando l’interesse di molti. E se si aggiunge che il 22 e il 23, a Marzabotto, toccherà all’area Martina radunarsi mentre dal 5 al 7 luglio, a Montecatini, al mondo renziano che fa riferimento a Guerini, si capisce bene che le correnti si sono rimesse in movimento.

LEGA, IN UMBRIA BOOM GRAZIE A ELETTORI DI PD E M5S

LA MAPPA POLITICA DELL’UMBRIA 

Italia che scommette «Crediamo sia necessario – dice Nobili – rilanciare un’idea di Italia che scommette sulla crescita, sulle riforme, sulle infrastrutture, sui diritti e sul futuro. Mentre Salvini e Di Maio bloccano il paese. E lo faremo da Assisi, con una convention nazionale aperta a tutti coloro che vogliono partecipare. Con Anna e Roberto abbiamo costruito una splendida avventura nei mesi scorsi. Con tutti quelli che ci hanno creduto abbiamo deciso di non fermarci lì e che il congresso del Partito democratico era soltanto il punto di partenza. Abbiamo l’ambizione – conclude – di essere la minoranza riformista leale e ferma del Pd. E di rappresentare i riformisti che non vogliono rinunciare al Dna dei democratici».

I PRIMI COMITATI CIVICI DI RENZI

Ritorno al futuro Nel frattempo in Umbria cresce il numero dei comitati civici del Progetto «Ritorno al futuro», lanciato da Renzi all’ultima Leopolda spiegando che non sarebbe stato uno ‘spin-off’ del Pd né l’embrione del suo nuovo partito. All’inizio di gennaio si contavano sei comitati, diventati ora dieci; a quelli di Perugia, Terni, Marsciano, Nocera Umbra e Montefalco, si sono aggiunti quelli di Città di Castello, guidato da Letizia Guerri, di Corciano (Lorenzo Pierotti), di Gubbio (Maurizio D’Ovidio) e il terzo aperto a Terni, guidato da Leonardo Scimmi.

Twitter @DanieleBovi

I commenti sono chiusi.