sabato 23 marzo - Aggiornato alle 14:29

Terni, colonnine per auto elettriche non funzionano e Melasecche: «Io ostacolato»

Nervi tesi a Palazzo Spada, l’assessore si sfoga su Facebook

Enrico Melasecche (foto archivio F.Troccoli)

Non è solo il Palazzetto dello sport la questione per cui l’assessore Enrico Melasecche sembra sentirsi poco a suo agio a Palazzo Spada. Se in quel caso lo scontro è tutto interno alla giunta con un sindaco che non si esprime e un altro assessore che prende iniziative parallele a quelle in atto per la realizzazione dell’immobile, stavolta non è del tutto chiaro il bersaglio del messaggio di Melasecche affidato al gruppo Facebook ‘Terni malandata’, ma è palese il suo disagio.

Melasecche si sfoga senza fare nomi Un cittadino denuncia: «Lo so che non interesserà nessuno (o quasi), ma delle cinque colonnine di ricarica per le auto elettriche che abbiamo a Terni, al momento ne funziona una sola. E se chiami Enel dice che sono dell’Asm, questi ultimi dicono che loro gli danno solo corrente. La verità è che Comune e Regione le stanno mettendo ma senza stipulare un contratto di manutenzione. E chi cerca di fare la sua parte per l’Ambiente come m,e rimane penalizzato invece che incentivato». L’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Terni, allora, con tanto di hastag #dalleparoleaifatti, replica: «Sono tre mesi, dico tre, che sto cercando di far partire un confronto concorrenziale, per farne realizzare a Terni 50, dico cinquanta.  Sto arrivando sul filo di lana. Se non ci fosse chi fa di tutto per farmi perdere tempo, cercando di mettere i bastoni fra le ruote di chi vuol dare a questa città una marcia in più, avremmo già raggiunto molti altri obiettivi. Ma sono un inguaribile ottimista. Un po’ di pazienza per poco. Grazie».

I commenti sono chiusi.