martedì 19 novembre - Aggiornato alle 22:01

Orsini passa al gruppo Uniti per Terni con gli ex Lega, il Pd: «Sconcertati, si deve dimettere»

Il consigliere insieme a Fiorini e Pincardini viene accusato di «opportunismo politico spudorato e autoreferenziale»

Valdimiro Orsini del Pd

«Valdimiro Orsini si deve dimettere». A chiederlo è il gruppo consiliare del Pd, sostenuto dall’Unione comunale e provinciale del partito, dopo che il consigliere è passato, prima, al gruppo misto e, nelle ultime ore, ha aderito al Uniti per Terni insieme a Emanuele Fiorini e a Carla Pincardini, entrambi eletti nella Lega, ma poi fuoriusciti.

Proprio la condivisione del percorso di Orsini coi due esponenti di destra ha generato «stupore e sconcerto» nelle file dei dem, che parlano di un’operazione nel segno del «peggior trasformismo politico» connotata quindi «dalla totale mancanza di rispetto verso gli elettori del Pd che hanno sostenuto Orsini nelle elezioni». Da viale Mazzini riconoscono che «ogni forza politica di ogni estrazione ideale debba sempre valutare il merito delle singole proposte politiche e amministrative», ma nel caso di Orsini l’accusa è particolarmente dato che, secondo i dem, «giocare un giorno a fianco dell’opposizione e un giorno a fianco della maggioranza, ci appare solo uno spudorato tentativo di opportunismo politico, autoreferenziale, senza alcun orizzonte e privo di qualsiasi progettualità per Terni». Da qui la richiesta «unitaria» rivolta a Orsini chiamato a «presentare subito le dimissioni da consigliere comunale e da consigliere provinciale» per compiere, scrivono i dem, «un passo coerente con il mandato che i cittadini gli hanno assegnato come candidato e poi consigliere Pd».

I commenti sono chiusi.