Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 26 novembre - Aggiornato alle 10:58

Spoleto, nuovo supermercato approvato dal consiglio comunale dopo fibrillazioni

Variante al Prg passa coi voti favorevoli di maggioranza, mentre è contraria l’opposizione

L'area in cui dovrebbe sorgere il nuovo supermercato

di Chia.Fa.

Dopo le fibrillazioni il consiglio comunale di Spoleto ha approvato la variante al Piano regolatore generale necessaria per costruire il nuovo supermercato in via Caduti di Nassiriya, precisamente si tratta di un discount del marchio italiano Md. La pratica è passata coi voti favorevoli dei 16 esponenti di maggioranza, mentre dai banchi di opposizione si sono contati sei contrari più due astensioni (Cintioli e Piccioni). Sulla pratica nelle scorse settimane si era registrata l’astensione in commissione urbanistica anche dei consiglieri di centrosinistra che sostengono il sindaco Andrea Sisti, mentre la scorsa settimana in aula la maggioranza aveva fatto mancare il numero legale dopo una sospensione dei lavori richiesta dal M5s.

Nuovo supermercato approvato dal consiglio Col via libera odierno, dunque, l’area di 7 mila metri quadrati in parte destinata alla realizzazione di caserme e pubblico soccorso e in parte a fabbricati residenziali viene riclassificata in area commerciale, al fine di poter ospitare la media struttura di vendita di 1.900 mq in cui prenderà posto il nuovo supermercato di Spoleto. Il discount Md sarà collocato in un edificio composto da un unico piano e dotato di 38 parcheggi a uso pubblico. La pratica, che era stata avviata dalla precedente amministrazione, è tornata in aula giovedì mattina corredata di tutti i pareri favorevoli messi in ordine nell’ambito della conferenza servizi e, in questo senso, il sindaco Andrea Sisti ha parlato di una «scelta non strategica per l’amministrazione comunale che, a salvaguardia di una procedura arrivata a conclusione con tutti i pareri tecnici, dà il proprio assenso a un percorso che sfocerà nella concessione del permesso a costruire». A ricordare «l’ampia discrezionalità in materia di pianificazione urbanistica che la legge riconosce al consiglio comunale» era stato il segretario generale dell’ente Mario Ruggieri, che ha però anche specificato: «Nel caso in cui il consiglio dovesse discostarsi dai pareri espressi potrebbe essere chiamato a motivarne le ragioni, specie se il soggetto interessato alla pratica ravvissasse contraddizioni da cui potrebbero scaturire richieste di risarcimento del danno». Uno scenario, questo, che il voto odierno ha escluso, aprendo la strada alla costruzione di un nuovo supermercato a Spoleto.

I commenti sono chiusi.