Quantcast
venerdì 7 ottobre - Aggiornato alle 05:50

Nomine, l’Agenzia forestale va a Fdi. Una manager vicina alla Lega alla «Andrea Rossi»

La giunta sceglie per l’Afor Manuel Maraghelli. Fernanda Fioroni nel cda della casa di riposo di Assisi e l’avvocato Napoletti in quello di Ater

Manuel Maraghelli

di Daniele Bovi

La partita delle nomine in enti e società partecipate della Regione entra nel vivo. La giunta regionale nelle scorse ore ha nominato come amministratore unico dall’Afor (l’Agenzia forestale regionale nata dalle ceneri delle ex comunità montane) Manuel Maraghelli, nato a Città di Castello nel 1975, laureato in Scienze politiche e con un master in Management degli appalti pubblici. Maraghelli è un uomo di Fratelli d’Italia, partito con il quale si è candidato alle ultime regionali ottenendo 828 preferenze; tra il 2011 e il 2016 è stato anche consigliere comunale per il centrodestra a Città di Castello con il Polo tifernate, mentre attualmente siede tra i banchi dell’opposizione nel consiglio comunale di Monte Santa Maria Tiberina. «Manager privato con esperienza ultradecennale – spiega Palazzo Donini in una nota – ha esperienze manageriali nell’agroalimentare e nel settore delle gare pubbliche e private».

OLTRE 50 NOMINE DA FARE

I nomi Maraghelli succede a Giulianno Nalli, che nel 2016 percepiva 47 mila euro lordi all’anno; a decidere la cifra ora sarà la giunta, con un tetto massimo del 60% dell’indennità che spetta ai consiglieri (quindi all’incirca 4.900 euro mensili). Sempre nelle scorse ore la giunta ha nominato come consigliere dell’Ater (l’Azienda territoriale edilizia residenziale) il 50enne avvocato ternano Emiliano Napoletti, «con molteplici esperienze – scrive la giunta – nel settore dei contratti d’impresa, operazioni societarie, contenzioni e riscossioni crediti nonché riorganizzazione governance di enti pubblici». La seconda nomina, che spetta sempre alla Regione, avverrà nel corso della prossima giunta. L’assisana Fernanda Fioroni, classe 1973, è invece la figura scelta per per il cda della casa di riposo Andrea Rossi di Assisi; manager della Isa di Bastia, Fioroni alle ultime regionali ha fatto campagna per la Lega e ha «lunghe e numerose esperienze come funzionario di aziende private e responsabile dell’accounting estero presso una delle principali aziende umbre».

IN BALLO STIPENDI PER OLTRE 900 MILA EURO ALL’ANNO

La partita Poco dopo il suo insediamento la giunta aveva scelto come nuovo direttore generale di Arpa l’ingegnere Luca Proietti, e nelle prossime settimane andranno sciolti altri nodi importanti come quelli che riguardano Sviluppumbria (per la quale da settimane circola il nome di Michela Sciurpa, candidata alle ultime regionali con Fdi che non ce l’ha fatta per un soffio a centrare l’elezione), Gepafin, Scuola umbra di amministrazione pubblica, aeroporto, Umbria mobilità che si appresta a diventare la nuova Agenzia regionale per la mobilità e molte altre ancora. Delle circa 50 nomine in ballo le più pesanti sono una ventina e complessivamente ballano stipendi per quasi un milione di euro all’anno. Una partita tutta interna al destra-centro che da fine ottobre governa la regione.

Twitter @DanieleBovi

I commenti sono chiusi.