Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 23 ottobre - Aggiornato alle 12:50

Morta la presidente della Calabria Jole Santelli. Tesei: «Era forte e determinata»

Aveva 51 anni ed era stata eletta a febbraio scorso. Modena: «Forza Italia perde una bella anima»

Mondo della politica e, in particolare, delle Regioni sotto choc. È morta nella notte la presidente della Calabria, Jole Santelli. Aveva 51 anni ed era stata eletta a febbraio guida dell’ente. La notizia è stata confermata sia dal sindaco di Cosenza Mario Occhiuto che da Antonio Tajani.

Morta per malore Sarebbe morta nella sua abitazione di Cosenza e a trovarla sarebbe stata la sorella e non un membro del suo staff come riportato da alcuni media. Il decesso sarebbe stato dovuto a un arresto cardiocircolatorio per un probabile malore. Da tempo Santelli combatteva contro un cancro e ne aveva parlato pubblicamente, dichiarando che lo avrebbe affrontato curandosi nella sua Calabria.

Tesei sgomenta «È con grande sgomento che apprendo la notizia della scomparsa della presidente della regione Calabria, Jole Santelli. Soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria, dal suo insediamento, avevamo avuto insieme agli altri governatori, intensi rapporti professionali». È quanto afferma la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, profondamente colpita per la morte di Jole Santelli. «Nella sua breve guida della Regione – aggiunge – aveva da subito dato segnali di una gestione determinata, mettendo a disposizione le sue esperienze politiche che nel tempo l’hanno vista anche sottosegretario di due ministeri. L’aver continuato a svolgere il suo ruolo politico, difendendo le esigenze della sua terra, e al tempo stesso l’aver affrontato in privato la sua battaglia personale contro la malattia, sono dimostrazione della forza della Presidente Santelli. Alla sua famiglia – conclude Tesei – vanno le più sentite e sincere condoglianze, e sincera vicinanza a tutta la comunità calabra».

Modena «Con Jole Santelli se ne va una protagonista vera e autentica della storia di Forza Italia. Jole era figlia di Forza Italia e di Forza Italia si sentiva essa stessa parte integrante e fondamentale». Lo afferma la senatrice perugina Fiammetta Modena che descrive la Santelli come «una colonna portante del dipartimento giustizia del Movimento, conosceva il diritto e di diritto si nutriva ogni giorno, educata e cresciuta nel cuore di grandi studi legali. Quando le chiesero di candidarsi alla guida della regione – aggiunge – sapeva di essere ammalata, ma la sua tempra di condottiera instancabile l’aveva convinta che non poteva tirarsi indietro. Ed è andata avanti fino all’ultimo. Aveva una forza e un coraggio di insegnamento per tutti. Sono tanto pochi 51 anni per lasciarci, siamo tutti profondamente addolorati. Forza Italia perde una bella anima».

 

I commenti sono chiusi.