venerdì 21 giugno - Aggiornato alle 00:36

Insulti sui social a donne e migranti: è bufera per i post del candidato sindaco Zuccarini

Si infiamma a poche ore dal voto la campagna elettorale di Foligno: nel mirino i commenti dell’avvocato leghista

Stefano Zuccarini, candidato sindaco di centrodestra (foto Fabrizi)

«Se sta in Italia te metti la minigonna no il velo e ce fai vede le cosce ahah». E’ uno dei commenti risalenti a tre anni fa del candidato sindaco Stefano Zuccarini che infiammano l’ultimo scorcio della campagna elettorale di Foligno, dove domenica si vota per il ballottaggio tra Zuccarini (44,72%) e Luciano Pizzoni (38,27%) del centrosinistra, col primo avanti di circa 2 mila voti. Contattato telefonicamente da Umbria24 Zuccarini non ha voluto rilasciare dichiarazioni.

Gli screenshot con esternazioni molto pesanti su donne e migranti circolano sui social e sono stati pubblicati tra gli altri da Fanpage e Open, dove si legge anche che Zuccarini tre anni fa commentava: «Questa è l’Italia multietnica di merda che vuole la sinistra e Bergoglio». Un’altra uscita che ha innescato la bufera si è consumata sotto un post della sindaca di Roma, Virginia Raggi, che condannava un’aggressione rivendicata da Casapound durante la manifestazione Romics 2016: «A cagare te e l’antifascismo valore assoluto» il commento di Zuccarini.

I commenti sono chiusi.