venerdì 23 agosto - Aggiornato alle 00:09

Foligno fuori dal consiglio provinciale: Mariani si dimette da capogruppo Pd

La candidata non ha centrato l’elezione: «Era risultato alla portata, ma città non messa al riparo da tensioni»

Seriana Mariani

Foligno resta fuori dal consiglio provinciale e si dimette la capogruppo del Pd in consiglio comunale, Seriana Mariani. Passa in pochi mesi dallo scranno più alto col sindaco Nando Mismetti all’assenza di rappresentanza, la terza città dell’Umbria che alle elezioni di domenica non è riuscita a eleggere un proprio rappresentante nello schieramento vincente per 9 a 7 del centrosinistra. In pista c’era naturalmente la Mariani che, però, non ha raccolto a sufficienza e così è arrivato il passo indietro: «La mia mancata elezione in rappresentanza di Foligno e del suo comprensorio non può non produrre effetti, devo quindi prendere atto del risultato e trarne le conseguenze. Foligno, dopo avere avuto il Presidente della Provincia, non ha più un suo rappresentante. Considerata il Comune che può bloccare l’avanzata della destra in Umbria nelle prossime elezioni amministrative, Foligno non è stata messa al riparo dalle tensioni. Non è stato colto un risultato alla nostra portata e che rischia di pesare in maniera negativa per l’intero centrosinistra in Umbria»

I commenti sono chiusi.