giovedì 22 agosto - Aggiornato alle 15:24

Fantauzzi è il candidato sindaco del M5s a Foligno: «A breve programma e lista dei 24»

Cinquantasettenne in attesa della certificazione, ma pronto alla sfida: «Siamo al servizio di tutta la cittadinanza, nessuno escluso»

di Chiara Fabrizi

David Fantauzzi è il candidato sindaco del Movimento 5 stelle a Foligno anche se per ora, in base alle regole interne, è tecnicamente designato e quindi in attesa di certificazione da parte dello staff nazionale, chiamato a dare il via libera anche alla lista dei 24 aspiranti consiglieri, su cui si sta chiudendo il cerchio in questi giorni. Socio amministratore della Bizzarri vending, un’azienda di distributori automatici con tre addetti, ed ex presidente della Quintanella di Scafali, il cinquantasettenne folignate è stato indicato dalla quarantina di attivisti che col voto in assemblea lo hanno incaricanto compattamente (due astensioni, una è di Fantauzzi) di guidare la corsa a palazzo comunale. Le amministrative per il M5s a Foligno sono una seconda volta, dopo il debutto del 2014 valso 13,75 per cento, poco meno del candidato sindaco Fausto Savini che raggiunse il 14,32%, mentre alle ultime Politiche è arrivato il boom col 28,64%.

Contattato telefonicamente, Fantauzzi ribadisce «di essere per ora soltanto designato e in attesa della certificazione», ossia di quel via libera necessario per depositare simbolo e candidature che, ad esempio, nel giugno scorso a Spoleto lo staff non ha concesso, decretando l’esclusione del M5s dalle comunali. Sollecitato a commentare l’investitura appena ricevuta, Fantauzzi esprime «grande apprezzamento per la fiducia che mi ha riconosciuto l’assemblea, affidandomi un incarico importante e impegnativo per una battaglia elettorale che sarà durissima e che correremo da soli». Diplomato e «con 22 anni di esperienza come manager commerciale in varie aziende italiane», Fantauzzi era già stato candidato al consiglio comunale del 2014, quando fu scelto da 135 folignati risultando tra i più votati della lista, anche più di Maria Grazia Carbonari, poi eletta in consiglio regionale: «A breve sarà pronta anche la lista dei 24 candidati – conferma l’aspirante primo cittadino – così come saranno a stretto giro indicate le priorità programmatiche con cui, al di fuori della retorica, vogliamo andare al governo della città per metterci al servizio dal primo all’ultimo dei 57 mila abitanti di Foligno, nessuno escluso, può sembrare banale ma è una rivoluzione copernicana». Si attende la certificazione.

@chilodice

I commenti sono chiusi.