Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 8 dicembre - Aggiornato alle 15:14

Ex Novelli in Senato, viceministra: «Disponibili a riaprire tavolo»

Interrogazione di Alessandrini sulla vertenza «per evitare che la crisi del Gruppo metta a repentaglio i posti di lavoro»

Ex Novelli - stabilimento di Spoleto (foto Fabrizi)

«Disponibili a riaprire tavolo sulla ex Novelli al Mise». Lo ha detto la viceministra Alessandra Todde in commissione industria del Senato, rispondendo a un’interrogazione di Valeria Alessandrini (Lega) sulla situazione del Gruppo lunedì anche al centro di un summit in Regione, dove ci è però concentrati sull’impasse calata sull’allevamento di Casalta (Amelia), dove sono attesi investimenti da parte di Eurovo, che si è aggiudicata il sito nell’ambito di un’asta, ma che non sta procedendo a eseguirli a causa di un ricorso pendente presentato da Fattorie Novelli, la società agricola, che contesta la vendita.

Ex Novelli in Senato, viceministra: «Disponibili a riaprire tavolo» In questo quadro, segnato anche dalla seconda asta per la vendita del ramo uovo, dopo la prima andata deserta, la viceministra «ha confermato la disponibilità da parte del Mise alla riapertura di uno specifico tavolo di confronto volto ad individuare interventi concreti a sostegno della filiera nel suo complesso e conseguentemente anche dei lavoratori coinvolti» così come si legge in una nota della senatrice ternana. Alessandrini in commissione industria aveva «sollecitato il Mise alla riapertura di un tavolo di confronto, al fine di evitare che la crisi industriale del gruppo possa mettere a repentaglio i posti di lavoro dei dipendenti occupati presso i siti produttivi umbri» e l’apertura di Todde è considerata «un riscontro positivo riguardo le intenzioni di proseguire in un percorso di tutela della produzione sul territorio, della storia e dei lavoratori che rimangono a carico ad Alimenti Italiani e Fattorie Novelli in fallimento».

I commenti sono chiusi.