sabato 15 dicembre - Aggiornato alle 13:46

Diritti, il 10 a Perugia la manifestazione di 35 associazioni: «Uniti per colmare il vuoto della politica»

Lunedì in piazza IV Novembre «Camminiamo diritti», sul palco anche Rudra Bianzino: «Sarà giornata di festa e di lotta»

Un momento della conferenza stampa (foto F.Troccoli)

di Daniele Bovi

«Una giornata di festa e di lotta». Così 35 associazioni descrivono la giornata del 10 dicembre, quando a Perugia daranno vita alla manifestazione «Camminiamo diritti». «Davanti ai tanti abusi – hanno spiegato lunedì nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Cesaroni, sede del consiglio regionale – a leggi ingiuste e pericolose, a parole e atteggiamenti che pensavamo consegnati alla storia, la società civile si mobilita, andando a colmare il vuoto lasciato da partiti e istituzioni che appaiono silenti». Dalla «A» di Actionaid Perugia alla «Y» di «Ya Basta!» c’è tutto un mondo che decide di provare a camminare insieme: «Questa unione – spiega Walter Cardinali di Libera – è un fatto storico. Siamo molto uniti e se riusciremo a dimostrare che i cittadini che hanno a cuore le sorti dell’Italia si mettono insieme – e in tanti – allora dimostreremo che c’è ancora speranza».

Il vuoto della politica Nel mirino ovviamente ci sono i provvedimenti del governo che riguardano migranti e sicurezza: «In un momento di vuoto totale – continua Cardinali – abbiamo deciso di rompere il silenzio e di organizzarci, di svegliarci di fronte all’incapacità di reazione della politica; questo clima di odio e questa guerra tra poveri non è più tollerabile, non è degno di un paese ricco come il nostro». L’obiettivo della manifestazione di lunedì è quello di far sentire «la propria voce in difesa dei diritti, che oggi sono negati e calpestati, mentre la solidarietà è considerata reato, l’aiuto viene tacciato di buonismo, l’odio per il diverso prevale sullo spirito di fratellanza, facilitando la diffusione di nuove forme di razzismo e fascismo».

Paura e chiusure «Facciamo dunque appello – è stato detto mercoledì – a tutte quelle persone che sentono il bisogno di testimoniare la propria contrarietà rispetto alla politica della paura e delle chiusure, ma anche di portare un messaggio positivo, di speranza, solidarietà e partecipazione. Noi non ci pieghiamo a questa deriva antidemocratica, tutti e tutte insieme “Camminiamo diritti”». La manifestazione è organizzata in occasione del 70esimo anniversario della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, datata 10 novembre 1948, e avrà come suo cuore piazza IV Novembre. L’avvio, alle 17.30, sarà all’insegna della musica, poi dalle 18 verranno letti sette articoli della Dichiarazione, «alcuni dei quali declinabili in senso territoriale».

La manifestazione Per quanto riguarda il diritto alla vita, si parlerà della storia di Barbara Corvi, la donna scomparsa nel nulla da Amelia nell’ottobre 2009: «Per noi – ha detto Cardinali – è una storia di ‘ndrangheta, anche se la Procura ha archiviato per mancanza di prove». Sul palco dovrebbe esserci anche Rudra Bianzino, figlio di Aldo, il falegname di Pietralunga morto in carcere nel 2007 dopo essere stato arrestato per il possesso di poche piante di marijuana (la Procura non riaprirà le indagini): «Con Rudra parleremo di tortura e sevizie». In piazza IV Novembre ci saranno anche un rifugiato, uno studente, un giornalista e una lavoratrice precaria. Tutti per parlare delle tante facce dei diritti. Di seguito riportiamo l’elenco delle associazioni che hanno aderito.

• Actionaid Perugia • ADI Associazione Dottorandi e Dottori di Ricerca Italiani • ADIC Associazione per i Diritti dei Cittadini • Amnesty International Umbria • ANPI • ANPI Sezione Studentesca • ARCI • Associazione Stampa Umbra • BottegArt • CGIL Umbria • “CiaoRino” Associazione • Circolo culturale Primomaggio • CISL Umbria • Cittadinanzattiva • Comitato NOPillon Perugia • Emergency • Forum delle Donne di Amelia • Gylania • Legambiente • Libera Nomi e Numeri contro le mafie • Libera…mente Donna • Libertà e Giustizia • Monimbò Perugia • Monimbò Terni • Omphalos • Ponte Solidale • Rete delle donne antiviolenza • Rete degli Studenti Medi • Società operaia di mutuo soccorso • SPI CGIL Umbria • Tavola della Pace • UAAR Unione Atei e Agnostici Razionalisti • UDU Unione degli Universitari • UIL • UISP • Vivi il Borgo • Ya Basta!

Twitter @DanieleBovi

I commenti sono chiusi.