venerdì 18 gennaio - Aggiornato alle 13:34

Conferenza delle Regioni, all’Umbria la responsabilità degli affari Ue e internazionali

Catiuscia Marini a Bruxelles

«Con questa scelta la Conferenza delle Regioni mi affida un compito impegnativo e un ruolo di responsabilità che spero di svolgere con impegno. Sento il dovere di dedicare la necessaria attenzione a questo lavoro, in quanto si tratta di gestire materie molto rilevanti per le Regioni e le loro comunità». Commenta così la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, l’attribuzione da parte della Conferenza delle Regioni, della titolarità della commissione ‘Affari europei e internazionali’ che comprende le materie, oltre che degli affari europei e internazionali, relative ai rapporti internazionali e con l’Unione europea delle Regioni, fondi europei, fondo sviluppo e coesione, aiuti di Stato, Regioni marittime e del Mediterraneo, cooperazione con i paesi in via di sviluppo, promozione all’estero.

Ruolo europeo Si tratta per la Regione Umbria – che precedentemente svolgeva la funzione di coordinatore vicario commissione sanità – di un importante riconoscimento, ed è coerente con il lavoro che attualmente svolge la presidente Catiuscia Marini nell’ambito del Comitato delle Regioni d’Europa su tutte le questioni legate alle politiche comunitarie e dei fondi europei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.