martedì 23 ottobre - Aggiornato alle 23:50

Centro storico senza più plastica, il neosindaco Sgarbi ordina 300 vasi a Deruta

Entro tre mesi il comune di Sutri sarà ‘plastc free’ per volontà del critico d’arte: da qui il maxi ordine di ceramica umbra

Vittorio Sgarbi

«Sutri è disordinata, è sporca, il centro storico è pieno di fili della luce penzolanti, che c’è ovunque la plastica, dappertutto, nei ristoranti, tra le vie. Sedie, vasi di plastica. Occorre un minimo di decoro. Una città bella deve avere il legno, il cotto, deve poter vivere nell’idea della Bellezza». Parola del neosindaco Vittorio Sgarbi, eletto domenica scorsa col 58,79% con la lista ‘Rinascimento Sgarbi’. E proprio per questo, come primo atto di giunta – secondo l’AdnKronos – porterà un provvedimento che prevede la liberazione del centro storico dalla plastica, vasi e altri contenitori, nel giro di tre mesi.

Maxi ordine a Deruta Entro settembre, dunque, tutti gli oggetti di plastica dovranno sparire dalla vista. Indirizzo, peraltro, accolto con favore dal nuovo ministro dell’Ambiente, Costa. E per farlo, Sgarbi avrebbe richiesto al sindaco di Deruta una fornitura di 300 vasi di cotto per sostituire gli inquinanti contenitori di plastica. Ancora una volta, dunque, il noto critico dimostra il suo stretto legame con l’Umbria.

I commenti sono chiusi.