Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 27 febbraio - Aggiornato alle 10:57

Centro salute a Torgiano, Ferroni: «Sindaco se non sai risolvere fai un passo indietro»

«Tutti i cittadini sono ancora in attesa di capire quali azioni la maggioranza intende intraprendere per invertire la rotta»

Riduzioni di orario e servizi, in piena pandemia, al centro Salute di Torgiano, lo denuncia, con un post, il consigliere Comunale di opposizione Andrea Ferroni che, ricorda, come dopo un anno non si registrino novità. «Che fine farà il distretto sanitario del nostro Comune ? Dopo quasi un anno dalla prima interrogazione presentata in merito, resta purtroppo questo quesito. Ricordiamo le parole del sindaco con le quali rivendicava che anche per la maggioranza il potenziamento del Centro di salute era una priorità. Perché ancora non è stato fatto nulla in merito?». Nel post il consigliere ricorda che «tutti i cittadini di Torgiano sono ancora in attesa di capire quali azioni la maggioranza intende intraprendere per invertire la rotta», denuncia che «la situazione sta peggiorando, sempre meno servizi, sempre meno personale e continue riduzioni di orario».  Quindi la richiesta: «E’ ora che il Sindaco e tutta l’amministrazione intervengano direttamente verso gli organismi competenti, in particolare la Giunta regionale, per potenziare il personale e tutto il distretto sanitario per migliorare i servizi offerti ai nostri concittadini perché non si può essere semplici osservatori e, se non si è in grado di risolvere la situazione, è meglio fare un passo indietro».  Il sollecito: «A seguito di un confronto tra cittadini, martedì 10 febbraio abbiamo protocollato, un’ulteriore interrogazione in merito, al fine di provare a dare risposte alla nostra popolazione che necessita urgentemente di un presidio medico nel territorio che sia funzionale ed efficiente. Questo non è il tempo degli slogan o delle promesse, questo è il momento di avere coraggio e di agire concretamente per migliorare le condizioni materiali di tutti e tutte».

I commenti sono chiusi.