lunedì 20 maggio - Aggiornato alle 23:11

Castel Ritaldi al voto, sfida tutta al femminile tra Marcucci e l’ex assessore Sabbatini

La direttrice della Bonifica per raccogliere l’eredità di Reali, che in giunta un anno fa ha fatto entrare la sfidante

Candia Marcucci ed Elisa Sabbatini

di Chiara Fabrizi

Si profila una sfida tutta al femminile a Castel Ritaldi dove il centrosinistra, per raccogliere l’eredità dei dieci anni del sindaco uscente Andrea Reali, ha precettato Candia Marcucci, 54 anni, direttrice del Consorzio di Bonificazione umbra. Dall’altra parte della barricata Elisa Sabbatini, 41 anni, assessore al sociale del piccolo comune da circa un anno e fino ad alcune settimane fa, quando si è dimessa per correre col centrodestra. Tutta da decifrare, insomma, la manovra politica disegnata da Reali nel paese delle fiabe, come è nota Castel Ritaldi, che dal 2000 ospita la manifestazione dedicata ai bambini.  Il Pd col segretario Giorgio Clementini ha recentemente reso noto che il comitato elettorale si è espresso all’unanimità per la candidatura della Marcucci, che correrà con una lista civica. La candidata ha spiegato che il «programma è in fase di definizione, raccoglieremo le istanze del territorio in maniera ecumenica, ma certamente completare il progetto per le scuole è una delle nostre priorità». A sfidarla sarà l’ex assessore e sindacalista della Uil, prima vicina a Forza Italia e poi alla Lega, ma comunque accolta nella giunta di centrosinistra col rimpasto: «Sì, confermo di aver dato la disponibilità alla candidatura a sindaco, ma domenica ufficializzeremo il nome della lista e il programma».

@chilodice

 

 

I commenti sono chiusi.