Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 24 settembre - Aggiornato alle 17:02

Buco di Montefalco, parlamentari Lega: «Pd e M5s quando parlano di Tesei dovrebbero sciacquarsi la bocca»

Controffensiva sul disavanzo da 4,2 milioni contabilizzato dal consiglio: «Chi somma elementi contabili differenti incapace o in malafede»

Virginio Caparvi

«Gli esponenti di Pd e Movimento 5 Stelle quando parlano di Montefalco e di Donatella Tesei dovrebbero sciacquarsi la bocca». Lo dicono i parlamentari umbri della Lega, Virginio Caparvi, Riccardo Augusto Marchetti, Valeria Alessandrini, Luca Briziarelli, Barbara Saltamartini, Simone Pillon e Stefano Lucidi, secondo cui le forze di opposizione in consiglio comunale di Montefalco e in consiglio regionale all’attacco sul disavanzo da 4,2 milioni contabilizzato martedì sera dal consiglio comunale, devono smetterla di gettare «fango su uno dei borghi più belli e attrattivi dell’Umbria».

Buco di Montefalco, parlamentari Lega Deputati e senatori umbri del Carroccio parlano di «continue bugie fatte circolare in queste ultime settimane a testimonianza della pochezza delle forze di opposizione e del rancore per le sconfitte elettorali» per poi indicare Montefalco, piccolo Comune guidato per dieci anni dall’attuale governatrice, come «un fiore all’occhiello per la nostra regione» e la prova per i parlamentari della Lega sarebbe «l’ottimo lavoro svolto dai governi di centrodestra in fatto di valorizzazione del territorio, promozione turistica e rilancio», ma anche il fatto che i montefalchesi «dopo 10 anni di governo Tesei hanno deciso di premiare il percorso intrapreso dal centrodestra eleggendo l’ex vicesindaco, oggi primo cittadino, Luigi Titta».

«Chi somma elementi contabili differenti incapace o in malafede» Qui da Caparvi alla Saltamartini passando per Pillon ricordano il dissesto del Comune di Terni «dove, con un debito di oltre 60 milioni di euro, un comune commissariato e un dissesto economico nato per colpa della sinistra, i cittadini hanno totalmente voltato pagina eleggendo un sindaco della Lega: strano che gli alleati giallorossi su questo tema non proferiscano parola». Per la verità nella conferenza stampa di Pd e M5s, il consigliere di Montefalco Vincenzo Riommi ha fatto più di un riferimento al buco di Palazzo Spada, rilevando come «in proporzione i 4,2 milioni di buco di Montelfaco da ripartire tra oltre 5 mila cittadini pesino il doppio rispetto ai 56 milioni di Terni che di abitanti ne ha 110 mila». In ogni caso anche la Lega dice che «sommare disavanzi del passato già pianificati, con fondi di accantonamento, crediti di dubbia esigibilità e riaccertamenti, ossia elementi contabili talmente diversi tra di loro che per confonderli bisogna essere incapaci o in malafede».

 

I commenti sono chiusi.