venerdì 22 febbraio - Aggiornato alle 13:24

Brega nel board della Sider Alloys e presto manager in Acque minerali d’Italia

Ha annunciato le dimissioni da presidente di commissione: «Ragioni personali». Per ora resta consigliere in Regione

Eros Brega (foto F.Troccoli)

di M. R.

«Motivi personali e non c’entra la politica». Così il consigliere Regionale Eros Brega, lunedì ha annunciato le dimissioni da presidente della seconda commissione consiliare: secondo indiscrezioni, dal primo giorno del mese di marzo andrà a ricoprire un ruolo dirigenziale all’interno del gruppo Acque minerali d’Italia, intanto sarebbe già nella governance della svizzera Sider Alloys, società del comparto siderurgico. Da parte del ternano nessuna dichiarazione in merito, dice solo: «Ho fatto una scelta di vita, personale». Esclusa per ora l’ipotesi che abbandoni definitivamente il consiglio regionale.

Brega Stando ai rumors, visto che il consigliere non conferma né smentisce i due impegni da manager, risulta che Brega assumerà un ruolo di primo piano nella società tutta italiana della famiglia Pessina, che conta nove stabilimenti in Italia e ne ha anche in Umbria, vantando i marchi Sangemini, Nord, Gaudianello, Aura e Fabia, solo per citarne alcuni. Lo stesso Brega pare sia recentemente entrato anche nel board di Sider alloys che ha rilevato l’impianto ex Alcoa per la produzione di alluminio in Sardegna: la società svizzera opera nel settore della siderurgia e non è escluso che possa avere anche altre mire espansionistiche in Italia e più in particolare in Umbria.

 

I commenti sono chiusi.