venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 13:44
9 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 13:16

«Perugia.zip» e la cultura, dal nuovo museo in via Oberdan all’illuminazione di porte e vie

Oltre a Fontivegge l'altro cuore del progetto è il centro storico. Alla Rocca Paolina potenziati i servizi di informazione e accoglienza turistica

«Perugia.zip» e la cultura, dal nuovo museo in via Oberdan all’illuminazione di porte e vie
Un momento della conferenza stampa (foto F.Troccoli)

di Daniele Bovi

Il secondo cuore di «Perugia.zip», presentato lunedì alla stazione di Fontivegge dai vertici di Regione e Comune, dopo quello che batte nell’area della stazione è la «città della cultura e del turismo». Al centro c’è il progetto del nuovo Turreno, chiamato «cuore intermodale della cultura» per manifestazioni di ogni tipo, dai congressi al cinema ai concerti fino a ristorazione e spettacolo (sul piatto c’è un milione più altri 1,5 della Regione e 1,6 del futuro investitore privato). In via Oberdan poi sorgerà un nuovo tipo di museo, «Perugia.doc», idealmente punto di approdo di un percorso che parte da Fontivegge. L’idea è quella di un «museo di concezione contemporanea che valorizza, tramite la tecnologia, la storia della città dall’origine etrusca alla contemporaneità». Sfruttando l’archiviazione attraverso i cloud si punta anche a mettere insieme «secoli di testimonianze storiche».

TUTTO IL PROGETTO «PERUGIA.ZIP»

Illuminazione artistica «Perugia.zip» prevede anche un pacchetto di risorse dedicata a quella che viene chiamata «illuminazione artistica», che avrà come protagoniste le cinque porte di accesso alla città, Fontivegge e le aree meno note dell’acropoli. Al centro del capitolo cultura anche la Rocca Paolina con il progetto «Perugia.info», che prevede servizi di informazione e accoglienza turistica con contenuti sviluppati in realtà aumentata, schermi che proietteranno immagini e video sulla storia di Perugia. Un progetto, integrato con quello del museo, che sostituisce l’idea originaria del Comune, il quale puntava su un «museo diffuso» con strumenti interattivi e installazioni di vario tipo lungo l’asse tra Fontivegge e il centro.

FONTIVEGGE, NUOVO BUS TERMINAL E PIAZZA SMART
GALLERY: IL TERMINAL E LA PIAZZA

Partecipazione Da lunedì sarà online il portale del Comune dedicato alla partecipazione, attraverso il quale i cittadini potranno dire la loro e offrire contributi su tutto il pacchetto dell’Agenda urbana che riguarda Perugia. «Oggi è il 9 maggio – ha detto il sindaco Andrea Romizi – una data non casuale per la presentazione del progetto, dato che oggi è la Festa dell’Europa. “Perugia.zip” rappresenta la bontà di un metodo e una serie di azioni con la quale diamo risposte alle criticità». Secondo la presidente Catiuscia Marini «nel secondo semestre speriamo di entrare nella fase della coprogettazione esecutiva. Per quanto ci riguarda abbiamo interesse ad andare avanti velocemente e i lavori dovranno avere una loro coerenza con gli altri; penso ad esempio al Mercato coperto, all’auditorium di San Francesco al prato e all’Agenda digitale».

BANDA ULTRALARGA, LA MAPPA CON LE ZONE COPERTE DA TISCALI

Marini In tutto in Umbria sono cinque i comuni interessati dai finanziamenti (Perugia, Terni, Spoleto, Foligno e Città di Castello) per un complesso di interventi superiore ai 35 milioni di euro, dei quali circa due terzi riguardano Perugia e Terni; città, quest’ultima, dove l’Agenda verrà presentata giovedì. «Ma non è solo la dimensione fisica degli interventi a essere significativa – ha aggiunto Marini, è la filosofia che ispira questo strumento di programmazione ad essere particolarmente innovativa con investimenti mirati a migliorare l’accesso e la qualità delle TIC, a tutelare l’ambiente, a promuovere l’uso efficiente delle risorse e l’inclusione sociale, a combattere la povertà e a ricostruire reti e qualità sociale nelle aree interessate». E soprattutto con questa programmazione l’UE (con la Commissione è previsto un confronto tra pochi giorni sullo stato di avanzamento dei progetti) punta a una misurazione precisa dei risultati ottenuti.

VIAGGIO IN ANTEPRIMA SUL TRATTO UMBRO DELLA PERUGIA-ANCONA

Paparelli «Con l’Agenda urbana – ha detto l’assessore Paparelli – Regione e Comuni umbri interessati intendono sviluppare, in coerenza con quanto previsto dalla Commissione europea, idee progettuali innovative per le città dei prossimi anni, attraverso un filo conduttore che lega tutte e cinque le città su cui opera il programma come fattore complessivo di sviluppo e di crescita dell’intera regione. una importante novità – ha aggiunto – è data dalla congruità degli interventi rispetto ai risultati che si intendono raggiungere e dalla cantierabilità e sostenibilità gestionale dei progetti. I risultati conseguiti saranno misurabili, ad esempio per quanto riguarda il risparmio energetico o la riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera».

Twitter @DanieleBovi

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250