domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 10:51
31 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 11:50

Perugia, tredici cinesi irregolari sorprese a cucire ed una macelleria etnica con carne malconservata

Le sarte effettuavano lavori di cucitura per un marchio di abbigliamento locale. La proprietaria è stata multata dai carabinieri. Nell'altro negozio alimenti in «pessimo stato di conservazione»

Perugia, tredici cinesi irregolari sorprese a cucire ed una macelleria etnica con carne malconservata
L'indagine dei carabinieri

di En.Ber.

Tredici lavoratori cinesi sono stati sorpresi dai carabinieri in un capannone della periferia di Perugia mentre effettuavano lavori di cucitura per un importante marchio di abbigliamento locale. Alla proprietaria, una donna di 30 anni, è stata inflitta una sanzione amministrativa di 16.600 euro.

Blitz in macelleria etnica Il blitz dell’Arma è scattato nei giorni scorsi, dopo che i militari del Nas insieme ai colleghi del Nucleo ispettorato lavoro avevano fatto visita ad una macelleria etnica di Ponte San Giovanni. Nel negozio sono stati sequestrati alimenti in «pessimo stato di conservazione». Gli investigatori hanno riscontrato anche «inadeguatezza igienico-sanitaria» nei locali «palesemente sporchi». La carne – informano gli investigatori – era «stipata nella celle frigorifera in pessimo stato di conservazione». Il titolare, un marocchino di 50 anni, è stato multato con una sanzione di 5.500 euro. Durante i controlli è stato rintracciato un lavoratore in nero.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250