sabato 1 ottobre 2016 - Aggiornato alle 15:46
4 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 15:54

Perugia, scavalcano di notte per fare il bagno nella piscina e rubare: tre denunciati

Una decina di giovani sudamericani fanno bandoria alla 'Fortebraccio'. Suona l'allarme e arriva la polizia

Perugia, scavalcano di notte per fare il bagno nella piscina e rubare: tre denunciati
Polizia in azione (foto Colonna)

Erano una decina, tutti giovanissimi di origine sudamericana, probabilmente ubriachi, e hanno deciso di refrigerarsi dal caldo facendo il bagno in piscina. E’ successo domenica notte alla ‘Fortebraccio’, nei pressi del Percorso verde di Pian di Massiano.

Bagno in piscina L’allarme arriva in questura alle 3. Tutte la auto disponibili vanno sul posto chiudendo le principali vie di fuga, senza fare uso di sirena e lampeggiante. Gli agenti si avvicinano alla piscina da diversi punti, mentre l’allarme acustico fatto scattare dai ladri è ancora in funzione. In prossimità della rete di recinzione, un poliziotto individua tre giovani che stanno scavalcando e inizia un inseguimento attraverso un campo di sterpaglie in direzione Santa Lucia. Non senza difficoltà, due vengono presi nei pressi di via dell’Ingegneria all’incrocio con via Meazza.

Presi in due I due ragazzi sono su di giri, poco collaborativi e si contraddicono più volte. Con loro avevano ancora alcune lattine di bibite per un valore di circa 30 euro. Portati in questura, la polizia ha ricostruito i fatti: una decina di amici, tutti sudamericani, avevano deciso di fare un bagno notturno nella piscina chiusa al pubblico; hanno così scavalcato la rete metallica e, una volta dentro, hanno forzato il gazebo-bar per prendere bibite e gelati. Non appena aperta la porta del gazebo, però, è scattato l’allarme, quindi hanno arraffato quanto potevano, si sono rivestiti e sono fuggiti in direzioni diverse. Dal sopralluogo è emerso che era stato danneggiato anche il registratore di cassa e rubato il fondocassa.

Tre denunciati Visti i fatti i due, un ecuadoriano 19enne e un 16enne peruviano, sono stati denunciati per furto aggravato in concorso. Stessa sorte è toccata a un 17enne italiano ma di origine sudamericana, pizzicato in via Gallenga poco dopo i fatti: un uomo era fermo in macchina e ai poliziotti dice che è in attesa che il figlio minore torni da una festa. Il ragazzo appare di lì a breve con i vestiti bagnati: era anche lui in piscina. Per lui la denuncia è per invasione di abusiva di edificio: non risultava avesse rubato.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250