lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 21:01
9 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 08:33

Perugia, privato pulisce a sue spese le scale della Cattedrale: ‘Ma non sono Cucinelli né Guarducci’

Michele Omicini offre il servizio che sarebbe costato 8 mila euro: «Mi sono sentito chiamato in causa». Romizi: «Si vorrebbe tutto dai Comuni, ma ci vuole collaborazione»

Perugia, privato pulisce a sue spese le scale della Cattedrale: ‘Ma non sono Cucinelli né Guarducci’
Pulizia delle scalette del Duomo

di Ivano Porfiri

«Non sono né Cucinelli né Guarducci». Mette subito le mani avanti Michele Omicini, imprenditore perugino del settore delle pulizie, che si è offerto di ripulire le scalette della Cattedrale di San Lorenzo a sue spese entro l’inizio di Perugia 1416. Alla presentazione dell’iniziativa alla stampa era presente anche il patron di Eurochocolate, impegnato nell’ultimazione dello ‘sbiancamento’ delle Logge di Braccio, dove la sua Gioform aprirà il tanto discusso Chocobar (l’ultima notizia è la lettera dell’associazione ‘Umbria grida terra’ al Soprintendente per chiedere di dire no ai tavoli) all’inizio di luglio. «Io con questo lavoro alle scale non c’entro niente – precisa – ma mi fa piacere che qualcuno segua il nostro esempio».

VIDEO: LA PULIZIA E ROMIZI

Pulizia col vapore Il lavoro sulle scale, va precisato, non è un intervento di restauro come quello delle Logge: mentre la parte su cui lavora Guarducci è stata “sabbiata” facendo emergere il colore originario della pietra, sui gradini sta avvenendo una pulizia con bicarmagnesio e vapore acqueo a 120 gradi anche perché «la Soprintendenza ha chiesto che non si sbiancasse troppo per non dare troppo stacco rispetto alla facciata», spiega Omicini. I lavori termineranno entro sabato alle 7. «Ci sarebbe voluta una settimana – dice il titolare dell’azienda Fralic – poi ci saremmo accontentati di quattro giorni. Invece, ne abbiamo solo due quindi lavoreremo giorno e notte per finire in tempo».

FOTOGALLERY

L’idea Omicini ricorda di aver presentato tempo fa «un progetto con preventivo al Comune di ripulitura di tutta la base della Cattedrale, compreso il muraglione d’angolo, ma non mi era stata data risposta. Adesso, quando ho visto l’operazione di Guarducci alle Logge mi sono sentito chiamato in causa e mi sono detto: posso fare anch’io la mia parte. Sono un imprenditore perugino che ama la sua città e può dare un contributo». Con la Fralic, Omicini si occupa della pulizia di interni, come uffici o grandi alberghi, ma da alcuni anni sta ampliando i servizi agli esterni. «Le nostre bellissime città umbre hanno tutte bisogno di essere ripulite – dice – io mi sono dotato di strumentazioni adatte. Qualche anno fa diedi l’esempio di come si possa ridare splendore alle pietre con una dimostrazione in un’edicola votiva di via dei Priori, ma con l’allora vicesindaco non se ne fece niente». L’operazione di Omicini è senz’altro civica, con un intervento dal valore tra i 5 e gli 8 mila euro, ma anche dimostrativo. «Non voglio pubblicità – chiarisce – infatti non c’è neanche un furgone con il nome della mia azienda. Certo, l’intervento dimostra ciò che è possibile fare, anche per la rimozione di scritte o graffiti, a un costo abbastanza contenuto per i Comuni».

Romizi plaude In piazza si è fatto vedere anche il sindaco Andrea Romizi. «Mi fa piacere questo contagio di interventi da parte di privati – afferma -. C’è chi vorrebbe che le Amministrazioni si occupassero di tutto perché si pagano le tasse, ma i tempi sono cambiati. Ognuno deve fare la propria parte. Mi auguro che si prosegua con altri interventi di questo tipo».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO
  • io

    “C’è chi vorrebbe che le Amministrazioni si occupassero di tutto perché si pagano le tasse, ma i tempi sono cambiati. Ognuno deve fare la propria parte.”…immagino sia perché in Italia non si pagano più le tasse

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250