domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 00:35
16 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 20:32

Perugia, prima unione civile celebrata in Comune. Barelli: «Un giorno importante»

Cerimonia per Natale e Roberto nella sala della Vaccara. Il vicesindaco: «Riconosciuti pari diritti e doveri per etero e omosessuali»

Perugia, prima unione civile celebrata in Comune. Barelli: «Un giorno importante»

Anche Perugia, finalmente, celebra la sua prima Unione civile, dopo le polemiche delle scorse settimane. È stato il vicesindaco, Urbano Barelli, a officiarla. Di fronte a lui, Natale e Roberto, che hanno detto sì nella Sala della Vaccara, «all’insegna – si legge in un comunicato del Comune – della sobrietà e della discrezione».

Giorno importante «Oggi è un giorno importante per Perugia – ha detto Barelli, che subito dopo l’unione civile ha celebrato nella stessa sala, a distanza di pochi minuti, anche un matrimonio – è il giorno in cui si celebra, con la prima unione civile, il riconoscimento dei diritti previsti dalla recente legge 76/2016 che ha riformato il diritto di famiglia, riconoscendo il principio di uguaglianza dei diritti e doveri delle unioni tra etero e omosessuali».

Come fare Per unirsi civilmente, le coppie interessate dovranno prendere un appuntamento con l’ufficiale di Stato civile del Comune (telefonando allo 075/5773831), recarsi presso gli uffici per effettuare la richiesta, quindi si potrà celebrare l’unione civile nella data prescelta (che non può essere, per legge, prima di 15 giorni dalla richiesta) e in una delle sale comunali, analogamente a quanto avviene per i matrimoni.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250