sabato 1 ottobre 2016 - Aggiornato alle 17:30
17 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 17:54

Perugia, preso il pusher del parco ‘Chico Mendez’

Cittadini segnalano il viavai, fermati tossicodipendenti provenienti anche da fuori regione: scatta il blitz

Perugia, preso il pusher del parco ‘Chico Mendez’
Spaccio (foto archivio)

Il viavai era continuo: brutte facce andare e venire da parco ‘Chico Mendez’, luogo frequentato da famiglie e bambini, ma “infestato” da un giro di spaccio e da zone di degrado. L’ultima segnalazione dei cittadini ha fatto scattare un’operazione della squadra mobile della polizia.

Giorni di appostamenti Gli agenti hanno predisposto un  servizio di monitoraggio del parco e, dal loro punto di osservazione hanno quasi subito notato un giovane, con evidenti problemi di tossicodipendenza, raggiungere il parco con una certa circospezione, per poi allontanarsi di fretta. Fermato, identificato e perquisito, è stato trovato in possesso di una dose di eroina, che ha dichiarato di aver acquistato da un giovane pusher magrebino “operativo” in quella zona. Nel pomeriggio del giorno successivo, stesse modalità di intervento e conferma da un altro assuntore che a vendere era stato lo stesso spacciatore. Il terzo giorno fermati due nuovi acquirenti, stavolta provenienti dal reatino, i quali non solo vengono sorpresi con le dosi appena acquistate, ma riferiscono agli investigatori di aver effettuato decine di altri acquisti proprio nello stesso contesto e sempre dal medesimo pusher.

Il blitz A questo punto, gli agenti escono allo scoperto, facendo irruzione, e bloccano lo spacciatore, identificato per D.L., tunisino di 30 anni, già a loro ben conosciuto. Perquisito sul posto, il pusher aveva addosso 240 euro in contanti, in banconote di piccolo taglio, e un telefono cellulare con la sim “dedicata” ai contatti con i “clienti”. La successiva perquisizione presso il suo domicilio ha permesso poi di rinvenire un altro telefono e altre 3 sim utilizzate per la stessa attività. Per lui è scattato l’arresto e il trasporto a Capanne in attesa di convalida.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250