mercoledì 28 settembre 2016 - Aggiornato alle 13:57
6 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 11:00

Perugia piange Antonio Tonzani: il medico e dirigente politico è morto nella giornata di venerdì

Iscritto al Pd per il quale è stato responsabile del dipartimento sociale, è stato poi tra i fondatori di Sinistra italiana in Umbria

Perugia piange Antonio Tonzani: il medico e dirigente politico è morto nella giornata di venerdì
A destra Antonio Tonzani durante un appuntamento con l'ex ministro Livia Turco

Perugia dice addio ad Antonio Tonzani, medico e dirigente politico. Per lungo tempo responsabile del Dipartimento sociale del Pd umbro, era poi stato tra i fondatori di Sinistra italiana in Umbria, il cui coordinamento operativo lo ricorda «e si stringe attorno alla sua famiglia. Medico, compagno, amico, persona dal grande spessore culturale, senza peli sulla lingua, schietto e diretto. La Sinistra perugina – è scritto in una nota di SI – perde una figura importante, da sempre impegnato in politica, prima nel Pd, che ha abbandonato senza non poche polemiche, poi, nell’ultimo anno, tra i fondatori di SI. Profondo conoscitore delle politiche in campo sanitario e sociale della regione, un punto di riferimento per molti di noi. Indelebili nella nostra mente le lunghe telefonate dall’ospedale, piene di entusiasmo e di voglia di ​dare un contributo importante nella costruzione di una sinistra politica. Telefonate che spesso lo sentivano dire “…se non muoio e riesco ad uscire da qua, organizziamo…” lasciandoci spesso con un groppo in gola. Tanta la sua voglia di vita e di giustizia sociale, lascia un vuoto difficile da colmare». Tantissimi i messaggi di cordoglio e di affetto scritti di amici e conoscenti sulla sua pagina Facebook: «Ciao Antonio… ci mancherai… ti porteremo sempre nei nostri cuori – scrive Carmela – perché sei stata una persona eccezionale sia come medico che come amico». «Non ti ho abbracciato ancora una volta… abbiamo parlato ore e ore di politica – dice Luca Turcheria -, di come andare avanti, di come non restare marginali… l’ultima volta passeggiavi ed io mi sono fermato in macchina e abbiamo parlato… un tuo post sull’ultimo giorno di scuola (solo chi conosce il tuo più intimo privato sa di cosa parlo) mi fece piangere».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250