martedì 27 settembre 2016 - Aggiornato alle 17:32
21 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 10:08

Perugia, parcheggi Sipa: «Si lavora a rivedere le tariffe». Presto via ai lavori al Pellini

Audizione dei vertici in Comune: «Progetto per abbassare i prezzi. In arrivo 130 parcometri dove si pagherà anche col bancomat»

Perugia, parcheggi Sipa: «Si lavora a rivedere le tariffe». Presto via ai lavori al Pellini
Un parchimetro Sipa in Borgo XX Giugno

«Quando l’amministrazione ci ha convocati per rivedere la convenzione e modificare le tariffe in base alle esigenze dei cittadini, che si sono evolute velocemente da quando la convenzione è stata firmata, nel 2007, ci siamo messi a lavoro e da mesi stiamo lavorando su come rendere più fruibile la città ai cittadini e ai turisti, cercando un punto di incontro tra le strategie stabilite dall’amministrazione e gli equilibri economici-finanziari dell’azienda. Anche se a Perugia abbiamo già le tariffe più basse di tutti i parcheggi Saba in Italia». Lo ha detto il presidente di Sipa, nonché ad di Saba Italia Carlo Tosti, durante la seduta di commissione Bilancio in Comune che ha affrontato il tema parcheggi. Presente anche l’assessore Cristiana Casaioli.

Il progetto In sintesi, i due ordini del giorno (uno di Borghesi e Miccioni del Pd e l’altro di Arcudi del Psi) erano finalizzati a capire le strategie di Saba rispetto alla città, sia in termini di livelli occupazionali, che di strategie di investimento sulle strutture e di revisione delle tariffe. Aprendo il dibattito, Casaioli ha ribadito nuovamente che, da parte dell’amministrazione e dell’azienda, è in corso un «progetto di rinnovamento di parcheggi e parcometri e di revisione generale delle tariffe, con un’attenzione particolare rivolta a residenti ed operatori economici e lavoratori del centro». «L’obiettivo dell’amministrazione – ha precisato – è integrare il piano di qualificazione della sosta con quello del decoro urbano e la della sicurezza in città. I cittadini devono poter essere messi in condizione di scegliere tra il mezzo pubblico e il mezzo privato per accedere al centro».

In arrivo una App L’assessore ha anche annunciato che sarà avviato un sistema di informatizzazione per sapere già da casa, attraverso un’apposita App, la disponibilità di posti dei diversi parcheggi, in modo che chi arriva in centro possa dirigersi direttamente dove sa di trovare posto, senza perdere tempo a cercarlo. «Se le tariffe dei parcheggi possono essere un elemento che fa la differenza nella scelta del cittadino se venire in centro o meno – ha concluso l’assessore – è nostro compito agevolarli in questa scelta».

Parcheggio Pellini Il presidente Sipa Carlo Tosti non ha solamente ribadito la volontà di modificare le tariffe in accordo con il Comune. Altro tema importante affrontato quello del parcheggio di via Pellini, la cui chiusura della parte superiore «è stata presa per motivi di sicurezza della struttura, ma già da prima di quella data è stato dato il via a una progettazione che portasse ad una soluzione non tampone ma definitiva e duratura, con un investimento quattro volte superiore alla spesa per un intervento minimale. Il progetto attuale prevede la sostituzione dell’attuale struttura in legno, artigianale, con una di uguali dimensioni in calcestruzzo, che rispetti e tuteli la bellezza del centro storico pur in assenza di particolari vincoli nell’area, lasciando anche spazio ad un possibile ampliamento futuro».

Altre innovazioni Sugli investimenti, molte le novità presentate dal presidente di Sipa rispetto all’ammodernamento tecnologico dei parcheggi. Per esempio, Perugia sarà tra le prime città italiane ad essere dotata di un’impiantistica tecnologicamente avanzata. «E’ già pianificato, con gara europea, un investimento di 700 mila euro per l’ammodernamento tecnologico dei parcheggi che ci potranno permettere di offrire anche altri servizi collegati come videosorveglianza, infomobilità, wifi o partnership con altri soggetti come i gestori di servizi di car sharing o Trenitalia nei pressi delle ferrovie – ha spiegato Tosti – o servizi tecnologicamente evoluti a seconda di quelle che saranno le esigenze della città». Annunciato pure l’ammodernamento di 130 parcometri cittadini in tre anni (2016-2018), molto più performanti, in cui sia possibile pagare anche con bancomat, carte di credito e smartphone, con un investimento di 800 mila euro già autorizzato dalla capogruppo.

Contratti e occupazione Sul passaggio dei contratti di lavoro dal settore trasporti al commercio, per Tosti «dopo le prime agitazioni oggi sono gli stessi lavoratori e le organizzazioni sindacali ad essere soddisfatti di quella scelta». Riguardo alla riduzione dei contratti a tempo determinato e di lavoro interinale, Tosti ha spiegato che quei contratti sono stati utilizzati, come è nella loro stessa natura, laddove c’erano esigenze a termine e continuano ad essere utilizzati con questo fine. «Se è vero – ha specificato – che una riduzione dei ricavi c’è stata, dall’altra i livelli occupazionali non sono diminuiti e anzi, il futuro dei dipendenti di Sipa è blindato. La società continua ad essere solida, a generare utili e quindi nessuna nuvola si vede all’orizzonte. Anzi – ha concluso – la possibilità di mettere in campo altri servizi potrà fare solo bene all’azienda e al territorio anche da questo punto di vista».

Mercato coperto Ultimo passaggio sul Mercato coperto. Su sollecitazione della consigliera Pd Borghesi, che ha chiesto se con i lavori di riqualificazione è previsto anche un intervento sul parcheggio, l’assessore Casaioli ha precisato che la riqualificazione del parcheggio del Mercato coperto sarà attuata da Sipa e che entro tre mesi i due ascensori del Mercato saranno riattivati.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250