giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 20:40
27 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 12:37

Perugia, ok a variante Decathlon. Insediamento da 15 mila metri quadri e nuova viabilità

La giunta comunale dà il via libera al progetto per il «Villaggio della forma»: tre immobili, area parco, impianti sportivi e pista ciclopedonale

Perugia, ok a variante Decathlon. Insediamento da 15 mila metri quadri e nuova viabilità
Un negozio Decathlon

Quindicimila metri quadri, tre immobili, un’area dedicata a parco e impianti sportivi. Lunedì la giunta comunale ha dato il via libera alla variante al Piano regolatore che riguarda Decathlon e a quella per la viabilità esterna, i cui costi(2,3 milioni di euro) saranno a carico dell’azienda. La multinazionale realizzerà a Olmo il suo «Villaggio della forma», il primo del genere in Italia sul modello di quanto già visto in Francia, che vede la presenza di spazi commerciali, parco e attrezzature sportive a disposizione gratuita dei visitatori, che potranno usufruire anche di attività organizzate direttamente da Decathlon oppure da soggetti pubblici e associazioni sportive. Ora la pratica approderà sui tavoli della commissione Urbanistica di palazzo dei Priori e poi, per l’approvazione definitiva, in consiglio comunale.

LA NUOVA VIABILITÀ

Ultimo passo «È un ultimo passo decisivo che porta, finalmente, alla realizzazione di un progetto che avrà importanti risvolti in termini economici, occupazionali e di valorizzazione dell’area. Peraltro – sottolinea la giunta in una nota – la nuova viabilità consentirà, altresì, di correggere i problemi e disagi derivanti dalla rotonda che si trova di fronte al centro direzionale Quatto Torri». Dello sbarco di Decathlon in città (in Umbria c’è solo un altro punto vendita della catena, a Foligno) si parla da molti anni: per la precisione dal 2010, cioè da quando l’azienda presentò il progetto. Da lì è partito un iter molto lungo, dato che il Comune ha richiesto interventi infrastrutturali, fuori comparto, indispensabili per rendere sostenibile l’impatto sulla viabilità, «in particolare – prosegue la giunta – tra lo svincolo di Olmo del raccordo Perugia-Bettolle, il nodo viario delle Quattrotorri, strada Corcianese e strada di Lacugnano».

L’iter Un anno fa poi è arrivato il via libera all’insediamento, anche se con prescrizioni, da parte della conferenza dei servizi. Dopo qualche mese, in ottobre, è stata la nuova viabilità a ricevere l’ok. Sul progetto infine sono arrivati i pareri positivi degli uffici della Regione e della Sovrintendenza. Per quanto riguarda la viabilità, il progetto prevede, oltre all’accesso al comparto tramite una rotatoria lungo via Trattati di Roma, anche la realizzazione di una nuova strada urbana di quartiere che colleghi strada Corcianese con strada di Lacugnano e questa con via Trattati di Roma, creando un bypass all’itinerario via Corcianese-via Verdi-svincolo Olmo attraverso la rotatoria che si trova di fronte al Quattro Torri. Oltre a ciò è prevista la realizzazione di un percorso ciclo-pedonale che collegherà strada Corcianese con strada di Lacugnano, riconnettendosi poi con il percorso ciclo pedonale già previsto.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO
  • Romina

    E andiamooo daiiiii ancora di iper,mega,super,shooock :-D
    quanta follia… u.s.a. style!
    con tante famiglie in crisi economica a chi volete che interessano questi baracconi?
    Torniamo alla dimensione umana!

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250