venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 18:53
17 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 10:09

Perugia, la proposta di Messa «Intitolare la Scuola di giornalismo di Perugia a Ettore Bernabei»

Il consigliere di amministrazione della Rai l'ha avanzata mercoledì in una intervista al quotidiano Avvenire. E arrivano i primi ok

Perugia, la proposta di Messa «Intitolare la Scuola di giornalismo di Perugia a Ettore Bernabei»
Ettore Bernabei

La proposta l’ha lanciata Paolo Messa, consigliere di amministrazione della Rai mercoledì in una intervista al quotidiano Avvenire: «Vorrei suggerire di intitolare a Ettore Bernabei la Scuola di giornalismo radiotelevisivo di Perugia». Secondo Messa si tratterebbe di «un modo per tenere vivo il legame fra i giovani e la Rai anche perché, come ha insegnato lo stesso Bernabei, non si può fare buon giornalismo senza etica». Di Bernabei Messa ricorda nell’intervista la «grande tensione verso i giovani, la loro educazione e la preparazione alle responsabilità di chi diverrà classe dirigente. L’attualità di Ettore Bernabei non sta nell’aver modernizzato la Rai degli anni ’60 e ’70 ma nella sua contemporaneità, nell’aver cioè compreso prima di tutti il valore dei contenuti rispetto a quello che si riteneva a torto il solo primato del broadcaster. Nel dibattito sulla media company – conclude – vale la pena di ricordare la lezione di Bernabei: quel che conta non è il mezzo (anche quello digitale) ma i valori che è in grado di esprimere, comunicare».

Pisicchio e Margiotta La proposta di Messa ha incontrato il favore di alcuni onorevoli come ad esempio l’ex presidente della Camera Pierferdinando Casini: «Per la Rai – scrive su Twitter – sarebbe motivo di orgoglio dedicare la Scuola di Giornalismo di Perugia a Ettore Bernabei. Per la visione del futuro, non per ricordo del passato». Via libera anche da parte di Pino Pisicchio, presidente del gruppo Misto alla Camera e componente della Vigilanza. Pisicchio parla di un’idea «piena di senso». «Non sarebbe – continua – solo un doveroso ricordo di una personalità cui si deve una intelligente declinazione del servizio pubblico in Italia, ma anche un significativo modo di ricordare quanto importante possa essere formare i giovani giornalisti all’idea del pluralismo dell’ informazione». Salvatore Margiotta (Pd), componente anche lui della Vigilanza Rai, parla di «un segnale importante – scrive -, soprattutto per i tanti giovani che frequentano i corsi della scuola. Il patrimonio educativo e culturale di Bernabei va preservato e spetta ai giovani tutelarlo, facendosi gelosi custodi degli insegnamenti di un uomo e di un professionista responsabile e lungimirante, capace di innovare e soprattutto di dare una qualità eccellente al servizio pubblico radiotelevisivo».

Sammarco Ok anche da parte di Gianni Sammarco (Ncd-Ap): «Per onorare al meglio – dice – la memoria di Ettore Bernabei occorre dare seguito alla proposta avanzata dal consigliere di amministrazione della Rai, Paolo Messa». «Quale iniziativa migliore – osserva – se non quella di legare il nome di Bernabei a una Scuola che ha l’obiettivo di ‘allevare’ i giornalisti del futuro. Le lezioni di Bernabei sono attualissime e possono trovare ancora concretezza proprio nella formazione dei giovani della scuola di Perugia. Mi auguro che questa iniziativa si possa concretizzare il prima possibile».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO
  • io

    perche’ non direttamente a Ruini ?

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250