domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 19:23
6 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 12:39

Perugia, il ministro Boschi contestato: «Ridacci i soldi di Banca Etruria»

Un gruppetto variegato fuori dal teatro Pavone ha atteso l'arrivo della titolare delle Riforme: «Non votate più Pd»

Perugia, il ministro Boschi contestato: «Ridacci i soldi di Banca Etruria»
La contestazione al ministro Boschi (Foto F.Troccoli)

Un gruppetto piuttosto variegato di contestatori ha atteso l’arrivo del ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi, a Perugia per lanciare la campagna per il Sì al referendum costituzionale di ottobre.

VIDEO: LA CONTESTAZIONE

FOTOGALLERY: LA CONTESTAZIONE E L’INCONTRO

Contestatori di varia estrazione Il ministro è giunto in corso Vannucci a bordo di un’auto scortata, fino all’ingresso laterale del Pavone, con oltre un’ora di ritardo, poco dopo le 19. A manifestare davanti al Pavone una trentina di persone. Gli animi più caldi erano quelli degli ex risparmiatori di Banca Etruria, venuti da Arezzo. Uno di loro, in particolare, che sosteneva di aver perso 75 mila euro con il fallimento della banca, ha lanciato a lungo slogan e insulti a lungo contro la Boschi e il Pd in generale: «Non votate più Pd quello più frequente». In piazza c’erano anche alcuni storici antagonisti perugini, esponenti di sinistra e di liste civiche, che hanno dato vita ai comitati per il No. La Lega Nord, invece, ha manifestato in modo autorizzato sotto la sede di Banca d’Italia in piazza Italia distribuendo volantini a forma di dollaro con la faccia di Renzi e Verdini.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250