venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 20:35
22 aprile 2016 Ultimo aggiornamento alle 20:02

Perugia, differenziata: dal 5 giugno le multe. Aree verdi, arriva sito per segnalazioni e informazioni

Sanzioni riguarderanno l'area del centro storico, Barelli: «È il momento di premiare i cittadini virtuosi e di sanzionare quelli che non lo sono». Consegnati alle associazioni altri 10 spazi

Perugia, differenziata: dal 5 giugno le multe. Aree verdi, arriva sito per segnalazioni e informazioni
Al centro Urbano Barelli

MULTIMEDIA

Guarda le foto

Dal 5 giugno niente più tolleranza: chi sbaglia a fare la raccolta differenziata in centro storico, almeno nei casi in cui sarà possibile risalire al colpevole, sarà multato. Ad annunciarlo è stato il vicesindaco di Perugia Urbano Barelli venerdì durante un incontro a San Matteo degli Armeni convocato in occasione della Giornata mondiale della Terra. La data del 5 giugno non è scelta a caso dato che in quell’occasione si festeggerà la Giornata mondiale dell’ambiente. Il nuovo sistema di raccolta è partito il 14 febbraio e «dopo questo periodo di sperimentazione – dice Barelli – è arrivato il momento di premiare i cittadini virtuosi e di sanzionare quelli che non lo sono, con l’idea che la sanzione più che una punizione sia piuttosto uno strumento di educazione ambientale». Barelli ha annunciato che in questo mese e mezzo «sarà avviata una massiccia campagna di informazione» e si terranno anche degli incontri sul territorio.

FOTOGALLERY

Patto civico «Questa strada – ha detto ancora l’assessore – ci consentirà di arrivare alla tariffa puntuale, il cui presupposto è la tracciabilità dei rifiuti: più si è virtuosi meno si paga». In questi giorni poi, come ha spiega l’ingegner Pera di Gesenu, in centro storico, dove un 15 per cento di utenti risulta ancora irreperibile, stanno andando avanti le verifiche e, per quanto riguarda le sanzioni, probabilmente prima della multa arriverà un avvertimento. Ad aiutare Gesenu nei controlli saranno, come annunciato da tempo, le guardie ecologiche di Gesenu «con l’obbiettivo – ha precisato il responsabile Wwf Sauro Presenzini – non di fare la parte dell’orco cattivo, bensì di educare i cittadini e tutelare quelli che rispettano le regole. «Riduzione della tariffa – ha detto Barelli -, indennità di disagio ambientale, tracciabilità dei rifiuti e tariffa puntuale, lotta all’inquinamento, decoro urbano, regole condivise, vigilanza ambientale: sono dunque questi i cardini su cui si fonda il Patto civico per i rifiuti, con il quale l’amministrazione intende dialogare apertamente con i cittadini».

IN CENTRO 1.300 UTENZE “FANTASMA”

Il sito Venerdì mattina poi è stata presentata la sezione, già online, del sito del Comune dedicata ad «Ambiente e smart city». Lì dentro chi vorrà potrà trovare le informazioni che riguardano l’ambiente, i rifiuti, la Protezione civile e attraverso un form potrà inviare delle segnalazioni (anche con fotografie) su erba alta, illuminazione che non funziona, rifiuti e arredi. All’interno si trova anche una mappa che contiene tutte le aree verdi della città con relative informazioni e un’altra dove un calendario informa a proposito delle tempistiche relative alla manutenzione delle aree verdi.

CENTRO, IL NUOVO SISTEMA DI RACCOLTA DIFFERENZIATA

Assegnazioni Nel corso del pomeriggio poi sono state assegnate, da Solfagnano a San Martino in Colle, da Ponte Pattoli al Monte Tezio, in tutto dieci aree verdi del territorio comunale a otto associazioni del territorio che se ne prenderanno cura. L’assegnazione arriva nell’ambito del progetto «Adotta il verde», tramite il quale nel corso del tempo molte associazioni hanno deciso di occuparsi di piante, prati e strutture. Per queste ultime dieci il Comune prevede un impegno di 5.200 euro e in tutto le convezioni tra associazioni e palazzo dei Priori hanno raggiunto quota 229 su un totale di 354 aree verdi. Con la sottoscrizione del protocollo d’intesa tra Comune e Arci dello scorso 5 giugno, poi, sono state affidate ulteriori 9 aree verdi, a cui si vanno ad aggiungere anche 54 convenzioni riguardanti impianti sportivi che interessano anche aree verdi e altre 72 inerenti edifici pubblici che riguardano, sebbene in maniera ridotta, spazi verdi. La giunta spiega inoltre che a bilancio verranno stanziati ulteriori 100 mila euro per «interventi di urgenza e straordinari» e che il 5 giugno ci sarà la Festa delle aree verdi, in concomitanza con la Giornata mondiale dell’ambiente, nella quale verranno coinvolti i cittadini. Di seguito pubblichiamo la lista delle aree e delle associazioni.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250