martedì 27 settembre 2016 - Aggiornato alle 12:24
26 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 16:33

Perugia, da giovedì il Comune rilascerà la carta d’identità elettronica: i costi e le novità

Potrà essere richiesta agli Urp del centro storico, San Sisto, Ponte San Giovanni, Rimbocchi e Ponte Felcino

Perugia, da giovedì il Comune rilascerà la carta d’identità elettronica: i costi e le novità
La nuova carta d'identità

di D.B.

Potrà essere rilasciata dagli uffici del Comune di Perugia a partire da giovedì primo settembre la nuova carta d’identità elettronica, da non confondere con le vecchie tessere elettroniche (già emesse a Perugia) la cui sperimentazione si avvia verso la conclusione. Il capoluogo umbro è tra i cinque comuni umbri dove le nuove carte saranno disponibili: oltre a Perugia potranno essere richieste anche a Torgiano, Assisi, Bastia Umbra e Spoleto. Per ottenere il documento con la nuova procedura occorre presentarsi agli sportelli Urp del centro storico, Ponte San Giovanni, San Sisto, Rimbocchi e Ponte Felcino; i cittadini dovranno portare oltre che la documentazione elencata nel sito del Comune di Perugia alla pagina specifica, anche una foto tessera recente rispettando i requisiti ministeriali.

Le novità La nuova carta costerà 22,20 euro in caso di prima emissione o di rinnovo e 27,30 euro i duplicati, e non sarà più rilasciata immediatamente bensì sarà inviata a casa dal Ministero dell’Interno entro sei giorni lavorativi (in caso il corriere non trovi nessuno all’indirizzo specificato la carta sarà consegnata agli uffici comunali). Ovviamente le vecchie tessere elettroniche mantengono la loro validità mentre quelle nuove conterranno anche informazioni aggiuntive. In particolare ci saranno le impronte digitali (un dito della mano destra e uno di quella sinistra), le volontà dei cittadini a proposito della donazione di organi in caso di morte, gli estremi dell’atto di nascita e un codice fiscale sotto forma di codice a barre. Il microprocessore a radio frequenza montato sulle nuove carte proteggerà i dati anagrafici, le foto e le impronte digitali dalla contraffazione. Inoltre servirà come strumento di autenticazione per tutti i servizi in rete offerti dalla Pubblica amministrazione e per ottenere lo Spid, cioè il pin unico per accedere ai servizi.

Twitter @DanieleBovi

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250