giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 03:34
6 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 12:07

Perugia, controlli antiprostituzione: multe da 450 euro per quattro persone. Le vie della ‘zona rossa’

Pattuglia in borghese della polizia municipale al lavoro nelle scorse ore. A causa del maltempo agenti impegnati anche nel monitoraggio dei sottopassi

Perugia, controlli antiprostituzione: multe da 450 euro per quattro persone. Le vie della ‘zona rossa’
Un'auto della municipale

Sono in tutto quattro le multe, ognuna da 450 euro, fatte a Perugia nelle scorse ore dalla polizia municipale impegnata nei controlli antiprostituzione. Nel corso del primo, svolto nella notte del 28 luglio, sono stati pizzicati dalla pattuglia in borghese tre automobilisti mentre in quella tra venerdì e sabato, quando la municipale ha messo nel mirino via Nuvolari, strada Trasimeno Ovest, via Corcianese, uno, residente fuori dal territorio comunale, è finito tra le maglie degli agenti (un altro è stato multato per aver attraversato col rosso l’incrocio tra strada Trasimeno Ovest e via delle Caravelle). In questo caso il servizio è andato avanti fino alle 23.30, quando è stato interrotto a causa della pioggia battente che, insieme a una tempesta di fulmini, si è abbattuta sulla città. Viste le condizioni meteo, il personale della polizia municipale nelle ore seguenti è stato impegnato nel controllo dei sottopassi più a rischio allagamento. In particolare è finito sott’acqua quello a Villa Pitignano, lungo strada Ponte Felcino-Ponte Pattoli.

FULMINI E PIOGGIA: LA TEMPESTA NELLA NOTTE
AUMENTANO SPESE DI NOTIFICA: MULTE PIÙ CARE

Il provvedimento L’ordinanza firmata dal sindaco Andrea Romizi ed entrata in vigore nell’aprile scorso, vieta il «permanere a lungo nelle suddette vie al fine della prostituzione», «assumere atteggiamenti congruenti allo scopo di offrire prestazioni sessuali» e infine «indossare abiti idonei a manifestare l’intenzione di adescare al fine del meretricio o che offendano il pubblico pudore». La violazione, spiega poi il Comune, «si concretizza anche consentendo la salita a bordo di un veicolo di uno o più soggetti come sopra identificati o con la semplice fermata al fine di contrattare la prestazione sessuale con il soggetto dedito al meretricio». Rispetto al provvedimento varato nel 2015, sono state inserite alcune nuove vie mentre altre sono uscite: per quanto riguarda le prime si parla di via Caprera (che connette via Costa di Prepo a via Settevalli), via Piccolpasso, via Corcianese e via Cairoli; a uscire invece sono via Martiri dei Lager, via della Scuola e via Barteri. Per chi verrà beccato la multa, come accennato, è di 450 euro.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO
  • Romina

    la prostituzione nasce dal tempo dei tempi…solo in un paese ipocrita si vuole nasconderla.
    fategli pagare le tasse,regolarizzatele,riaprite le case chiuse,controlli sanitari ecc

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250