martedì 27 settembre 2016 - Aggiornato alle 14:08
28 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 19:50

Perugia, «Chi ha ucciso i giornali»: mercoledì incontro con tanti ospiti a Edicola 518

Appuntamento a partire dalle 17.30. A seguire aperitivo e concerto di Stinky Feat e Trainrider

Perugia, «Chi ha ucciso i giornali»: mercoledì incontro con tanti ospiti a Edicola 518
Edicola 518

«Chi ha ucciso i giornali», con o senza punto interrogativo a seconda dei punti di vista. Sarà questo il tema al centro dell’appuntamento che si terrà mercoledì alle 17.30 lungo le scalette Sant’Ercolano, a Perugia. L’evento è organizzato da Edicola 518, luogo reinventato dai protagonisti del giornale Emergenze e inaugurato ufficialmente il primo giugno scorso. «Quando nel 2004 Philip Meyer – spiegano gli organizzatori -, l’inventore del giornalismo di precisione o data journalism, ha scritto “The Vanishing Newspaper” non immaginava proprio che sarebbe entrato nella storia del dibattito sui media per una previsione: “Il primo trimestre del 2043 sarà il momento in cui l’ultimo, esausto lettore getterà via l’ultimo, raggrinzito quotidiano”. Come dire, la precisione c’è. Ma non potremmo sapere fino al primo trimestre del 2043 se si tratta di precisione svizzera o se la frase verrà archiviata come provocazione. Certo è che nell’attesa il dibattito è fiorito, sulle macerie di un sistema informativo su carta sempre più in difficoltà, in un coro di idee scopiazzate, improvvisate improbabili. Alla ricerca di soluzioni e di colpevoli, come in un giallo che si rispetti, sulla base della domanda che nel 2006 ha posto The Economist: “Who killed the newspaper”. Ovviamente citando Meyer».

L’ESPERIENZA DI EDICOLA 518

L’incontro Lo scopo dell’incontro è quello di lanciare idee e proposte anche se «non abbiamo nessuna intenzione di aprire un dibattito su come saremo e dove saremo tra 30 anni, questo genere di mercanzia – dicono – fa felice gli addomesticati delle arene mediatiche, televisive o festivaliere. Noi crediamo nella forza rivoluzionaria del presente, del fare del pensiero un’azione. Per questo, contro i killer dei giornali, abbiamo fatto un giornale. Diverso, grande, pensato, fatto con la cura dell’artigiano e la passione del dilettante. E per questo con Emergenze ci siamo dichiarati barbari. Barbari in un tempo che ama il format». Alla conversazione parteciperanno molti ospiti: Emanuele Bevilacqua e Paola Tassi (Pagina99), Antonio Cipriani (globalist.it, Emergenze), Steve Gobesso (grafico editoriale e professore all’Isia Urbino), Andrea Luccioli e Cristiana Mapelli che parleranno della morte de Il Giornale dell’Umbria, Daniele Bovi di Umbria24 e Lucina Paternesi di umbriaOn. A partire dalle 19.30 aperitivo con concerto di Stinky Feat e Trainrider.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250