venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 06:55
22 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 18:59

Perugia, caldo: una decina di anziani ricoverati. Osservazione breve, 1.672 pazienti in un anno

Nella giornata di venerdì record di accessi al pronto soccorso: «La più forte ondata dall'inizio dell'anno»

Perugia, caldo: una decina di anziani ricoverati. Osservazione breve, 1.672 pazienti in un anno
L'ospedale di Perugia (foto U24)

di D.B.

Con l’innalzarsi delle temperature aumenta anche il numero di persone che si rivolgono al pronto soccorso del Santa Maria della misericordia di Perugia. Nella giornata di venerdì infatti, che vede il bollino rosso per il capoluogo umbro, oltre 180 persone contro le 160 di giovedì sono complessivamente andate al pronto soccorso, con un flusso intenso in special modo nel pomeriggio. Direttamente connessi al caldo invece i ricoveri, una decina in tutto, di anziani a causa del riacutizzarsi di alcune patologie croniche. «Nonostante ieri le temperature fossero simili a quelle di oggi – spiega Mario Capruzzi, responsabile del pronto soccorso del Santa Maria – il numero di accessi è cresciuto tra il 15 e il 20 per cento, la più forte ondata dall’inizio dell’anno».

Osservazione breve Venerdì poi il Santa Maria ha fatto il punto, a poco più di un anno dall’attivazione, sui numeri dell’Unità di degenza infermieristica e dall’osservazione breve internistica. Un’Unità creata anche per risolvere il problema delle barelle in corsia: «In tutto nei 12 posti letto – ha spiegato il direttore dell’Azienda ospedaliera Emilio Duca nel corso di un incontro con gli operatori – sono stati accolti 533 pazienti, di cui l’83 per cento di età superiore ai 75 anni. La degenza media è stata di 6,8 giorni, con esiti più che soddisfacenti, in conformità alla mission della struttura». Stando ai dati forniti da Duca il 53 per cento dei pazienti sono stati rinviati al domicilio con la presa in carico da parte del medico di medicina generale o dall’assistenza domiciliare integrata, mentre il 35 per cento sono stati presi in carico dalle strutture residenziali territoriali come Rsa, Rp, Centri di riabilitazione e hospice sia in ambito regionale che extraregionale; il restante 12 per cento invece, a causa di riacutizzazioni è stato ripreso in carico da strutture di degenza per acuti dell’ospedale.

I numeri Nel corso dell’incontro è emerso che il modello definito come «innovativo» della unità di degenza infermieristica è oggetto di attenzione da parte del ministero della Salute, che ha istituito un tavolo tecnico nazionale, coordinato dal responsabile della struttura del Santa Maria. «Consistente» anche il numero dei pazienti accolti presso l’Osservazione breve internistica, diretta dal professor Giancarlo Agnelli. Dotata di 12 posti letto – è stato riferito dalla direzione del Santa Maria della Misericordia – ha accolto 1.672 pazienti, con la permanenza media risultata di 53 ore. Lo scopo della Osservazione breve è di accogliere pazienti inviati dal pronto soccorso per osservare, diagnosticare e trattare le condizioni cliniche, escludendo patologie che rivestono carattere di urgenza o emergenza, per evitare il ricorso a ricoveri inappropriati. «In un anno di attività – ha sottolineato Duca – circa l’82 per cento dei pazienti accolti in questo setting assistenziale, ovvero oltre 1.350 cittadini, sono stati rinviati al domicilio, e solo il 18 per cento hanno avuto la necessità di essere ricoverati in una degenza per acuti. Tali nuovi modelli assistenziali hanno consentito una risposta organizzativa per il miglioramento degli indicatori di performance ospedaliera, ma soprattutto hanno determinato una utilizzazione appropriata dei posti letto per l’accoglimento e la gestione dei nuovi casi acuti».

Twitter @DanieleBovi

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250