martedì 27 settembre 2016 - Aggiornato alle 08:57
2 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 08:15

Perugia, arriva internet ultraveloce con il Wireless anche nelle zone svantaggiate

Accordo tra il Comune e Tiscali per coprire 'senza cavi' tutto il territorio: «Progetto complementare con la fibra ottica di Enel»

Perugia, arriva internet ultraveloce con il Wireless anche nelle zone svantaggiate

di Iv. Por.

E’ ormai partita la corsa a portare la fibra ottica e, quindi, internet ultra veloce, nelle case di tutti i perugini. Enel, attraverso la società Sirti, ha iniziato dalla zona di Fontivegge la cablatura come prima città in Italia del progetto “Enel Open Fiber”. Un progetto, però, che in prima battuta riguarderà solo le zone “a vantaggio di mercato” ovvero quelle più urbanizzate, dove la concorrenza tra gli operatori rende economicamente favorevole affrontare la spesa della costruzione di una rete così capillare. E per tutti gli altri? Per tutte quelle aree rurali (di cui Perugia è per la gran parte composta) fuori dalle zone vantaggiose? In attesa delle gare che bandirà il governo per la loro copertura con la fibra ottica, arriva una prima risposta.

Accordo con Tiscali Tiscali e il Comune di Perugia, hanno siglato un accordo per lo sviluppo di un progetto di accesso alla rete che consenta anche ai cittadini delle aree comunali particolarmente svantaggiate di usufruire dei servizi UltraBroadBand, così da garantire una copertura del 100% del territorio comunale. L’accordo si inserisce tra le iniziative del Comune di Perugia per la realizzazione di una rete in fibra ottica UltraBroadBand sfruttando il vantaggio della complementarietà delle reti UltraBroadBand Fixed Wireless LTE-TDD Advanced e quelle in fibra, per portare l’accesso alla rete direttamente a tutta l’utenza finale, anche ai residenti in aree difficilmente raggiungibili dalla fibra nel vasto territorio comunale.

Come funziona Si tratta di una soluzione “senza cavi” ovvero sfruttando la tecnologia wireless, simile a quella che usiamo comunemente per i nostri smartphone o pc portatili nelle aree coperte dal segnale (dentro case se abbiamo un modem wireless oppure nei bar, alberghi o locali che offrono il servizio). Quindi dovrebbe arrivare nelle case e nelle aziende con ricevitori del segnale trasmesso sul territorio. Il progetto – spiega Tiscali – comporterà la migrazione delle attuali stazioni Radio Base operative sul comune con tecnologia WiMax a tecnologia LTE-TDD Advanced e prevedrà ulteriori Stazioni Radio Base LTE-TDD Advanced sul territorio del Comune per assicurare la copertura in maniera complementare ed in totale sinergia con il progetto esistente.

Soluzione wireless «Siamo soddisfatti di poter offrire al Comune di Perugia un’infrastruttura di rete di nuova generazione come il Fixed Wireless Broadband su tecnologia LTE nella frequenza 3.5GHz, una soluzione che si presenta come tra le più efficaci in termini di prestazioni e convenienza economica. Il piano di copertura di rete Tiscali con tecnologia LTE-TDD Advanced su frequenza 3.5 GHz servirà a raggiungere tutte le aree comunali in maniera complementare ed in totale sinergia con il progetto in fibra ottica già avviato dall’amministrazione comunale di Perugia», ha dichiarato Riccardo Ruggiero, AD di Tiscali.

Parla Romizi «Il Progetto Tiscali su Perugia – spiega il sindaco Andrea Romizi – completa ed esalta il progetto già avviato nella nostra città da Enel Open Fiber, e rende il Comune di Perugia primo modello di riferimento nella rimonta italiana dai gravi ritardi nell’ultra internet. Il 100% di copertura territoriale con la capacità di connessione dell’FTTH di EOF, integrata e completata dall’LTE-TDD Advanced di Tiscali, renderà Perugia un territorio di riferimento nel quale cittadini, imprese ed istituzioni potranno beneficiare, proprio tutti e nessuno escluso, dei più elevati livelli di connessione per l’infrastruttura ormai decisiva in ogni attività umana. La “Perugia Ultradigitale”, prima missione strategica di questa amministrazione sin dal suo insediamento, vedrà la sua completa realizzazione in tempi ormai rapidi e con la massima capacità di connessione, ovvero arriveremo ben prima e andremo ben oltre gli obiettivi dell’agenda digitale europea».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250