sabato 1 ottobre 2016 - Aggiornato alle 17:29
6 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 18:33

Perugia-Alessandria, Bucchi ha subito fame: «Voglio vincere». In campo 4-3-3 con Di Carmine

Coppa Italia, al Curi domenica sera arrivano i piemontesi: «Siamo carichi e puntiamo a passare il turno». In attacco ballottaggio tra Brighi e Joss

Perugia-Alessandria, Bucchi ha subito fame: «Voglio vincere». In campo 4-3-3 con Di Carmine
Bucchi nella gara contro il Carpi (foto F.Troccoli)

di D.B.

Al tavolo del primo appuntamento stagionale imbandito con un pasto vero, ovvero il passaggio del turno di Coppa Italia, il Grifo di Bucchi vuole presentarsi con una certa fame. Domenica alle 20.30 al «Renato Curi» arriva l’Alessandria, squadra che nella passata edizione arrivò addirittura in semifinale e il Perugia, benché ancora in rodaggio, non vuole farsi trovare impreparato: «Abbiamo voglia di vincere – ha spiegato il tecnico Bucchi sabato pomeriggio nella conferenza stampa che precede il match – di passare il turno e quindi di andare avanti. Siamo carichi, vogliosi e teniamo molto all’appuntamento». Da parte del tecnico biancorosso niente pretattica, dato che è lui stesso a svelare la formazione: il Perugia andrà in campo con un 4-3-3 che vede Rosati fra i pali, Imparato, Alhassan, Ricci e Volta in difesa, Bonaiuto, Zebli e Belmonte a centrocampo e davanti Di Carmine, Guberti e uno tra Brighi o Joss.

FOTOGALLERY: ECCO TUTTI I NUOVI GRIFONI

Le scelte Quello in attacco è dunque l’unico dubbio del mister: «Brighi sta bene – spiega – e vorrebbe essere della partita ma deciderò solo dopo la rifinitura. Non voglio rischiare giocatori in questa fase». Quel che è certo al momento è che davanti la scelta è caduta su Di Carmine invece che su Bianchi, allo scopo «di capire che tipo di materiale ho a disposizione e cercare di vincere. Voglio vedere un po’ in campo Di Carmine in partite vere, dato che ha avuto poca continuità. Non si muoverà da Perugia e questo giocatore, stimato da staff e spogliatoio, farà molto bene quest’anno». Anche Bianchi può stare tranquillo dato che «non si tratta di una bocciatura. Ha lavorato benissimo, anche in ritiro, è un professionista esemplare e ci sarà tempo per sovvertire tutto quanto. Non mi piace che ci sia in rosa chi si sente una riserva, una seconda scelta».

IL CALENDARIO: GRIFO PARTE DA CESENA, DERY ALLA QUARTA

Autonomia Quanto all’altra scelta, quella in difesa dove come visto giocherà Alhassan e non Chiosa, Bucchi osserva che il secondo «so che cosa ci può dare, l’ho allenato tutti i giorni e lo conosco bene, mentre Alhassan lo abbiamo avuto a singhiozzi e voglio vedere in campo anche lui». Nel complesso, giocherà la squadra «che mi darà più garanzie». Al Curi Bucchi si aspetta «un’ottima Alessandria, che ha tanti giocatori importanti; sarà un test assolutamente impegnativo». L’autonomia della macchina biancorossa al momento il mister la stima intorno ai 70-75 minuti in cui «terremo un buon ritmo. Veniamo da settimane di lavoro molto intenso ed è normale non avere ancora un’autonomia importante». La certezza è quella di un Grifo «in cresciuta, stiamo trovando la quadratura del cerchio in fase di non possesso e abbiamo un discreto palleggio. Dobbiamo migliorare nella finalizzazione e mostrate l’atteggiamento propositivo visto nel corso delle amichevoli». Insomma, l’ordine all’undici è chiaro: «Dobbiamo essere noi a imporre il gioco».

Twitter @DanieleBovi

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250