domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 09:09
26 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 14:36

«Perugia 1416 un grande successo per la città», Comune ha già fissato le date del prossimo anno

L'evento si svolgerà dal 9 all'11 giugno 2017 con eventi durante tutta la settimana. La seconda edizione sarà in parte dedicata agli studenti dell'Università per stranieri

«Perugia 1416 un grande successo per la città», Comune ha già fissato le date del prossimo anno
Maria Teresa Severini e Andrea Romizi

La prima edizione di Perugia 1416 è stata definita dai promotori un «grande successo» e già il pensiero vola alla prossima: si svolgerà da venerdì 9 a domenica 11 giugno 2017, con eventi durante tutta la settimana precedente. La notizia arriva direttamente da Palazzo dei Priori. La seconda edizione di Perugia 1416 – è stato riferito – sarà in parte dedicata agli studenti dell’Università per stranieri perché l’obiettivo è quello di potenziare la socializzazione e la promozione turistica a Perugia.

Romizi: rioni veri protagonisti Il sindaco ha ringraziato «tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita dell’evento», «una vera e propria sfida vinta grazie al lavoro di tutti e alla collaborazione diffusa in seno ai rioni, veri protagonisti. Essere riusciti a ricucire il territorio e a creare una coesione destinata a durare tutto l’anno è stato un successo. Ora dobbiamo essere in grado di portare avanti questo percorso creando eventi e momenti di aggregazione». Romizi ha fra l’altro ricordato che Perugia 1416 è una manifestazione che si lega alla campagna Art bonus. Proprio per questo al rione vincitore verrà consegnata una somma di denaro che sarà destinata al restauro di un bene identificativo del quartiere.

Severini: progetto valido «I risultati ottenuti da Perugia 1416 sono stati la dimostrazione di quanto fosse valido il progetto e di quanta partecipazione ci sia stata – ha detto l’assessore Maria Teresa Severini -. La cosa più bella è stata certamente la sinergia che si è creata dal basso, insieme al grande impegno dell’organizzazione centrale che ha lavorato per due anni su questo impegnativo progetto».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250