domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 22:50
15 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 16:58

Perugia 1416, Comune: «Matrimoni? Nessun problema». I giochi e le modifiche al traffico

Celebrazioni regolari nella sala dei Notari e in quella della Vaccara. Sabato circolazione vietata dalle 14 alle 18 e niente sosta in molte vie e piazze

Perugia 1416, Comune: «Matrimoni? Nessun problema». I giochi e le modifiche al traffico

Tutti i matrimoni in programma per sabato pomeriggio, nelle stesse ore in cui si terranno gli eventi di «Perugia 1416» cancellati a causa del nubifragio che si è abbattuto domenica su Perugia, saranno regolarmente celebrati con rito civile nelle varie sale comunali, come quella della Vaccara o la Notari. Ad assicurarlo è l’Amministrazione comunale in risposta ad alcune voci in base alle quali il corteo storico e i giochi avrebbero comportato problemi per coloro che hanno deciso di dirsi il fatidico «sì» sabato pomeriggio. Una giornata in cui, così come avvenuto domenica scorsa, ci saranno delle modifiche per quanto riguarda la sosta e il traffico nell’area dell’acropoli.

L’ordinanza Scusandosi con i cittadini per i disagi e invitandoli alla collaborazione, attraverso un’ordinanza firmata mercoledì il Comune stabilisce il divieto di transito dalle 14 alle 18 in tutta la zona a traffico limitato, corso Garibaldi compreso. Come di consueto, il divieto non varrà (sempre che le condizioni di sicurezza lo consentano) per le auto dei residenti, per quelle dei disabili, per i mezzi pubblici e per i veicoli di pubblico interesse. Dalle 8 alle 19 poi, per quanto riguarda la sosta nessuno, neppure i residenti, potranno parcheggiare in piazza Italia, via Baglioni, piazza Matteotti, piazza Danti, piazza Lupattelli, corso Garibaldi e via Ulisse Rocchi.

IL NUBIFRAGIO CHE SI È ABBATTUTO SU PERUGIA
TUTTO SU PERUGIA 1416

I giochi Nelle ultime ore inoltre l’organizzazione ha limato il programma della giornata: si comincia alle 15 con il corteo storico che partirà da piazza Italia. I cinque rioni sfileranno secondo l’ordine che è stato già sorteggiato (davanti ci sarà Porta Sole, poi Porta Eburnea, Porta Sant’Angelo, Porta San Pietro ed infine Porta Santa Susanna) e una giuria tecnica assegnerà un punteggio a ogni rione: la giuria esprimerà un voto segreto che verrà conservato in busta chiusa, sigillata, e il contenuto verrà rivelato solamente dopo la conclusione e successiva proclamazione del risultato della corsa del drappo, «così da conservare – spiegano gli organizzatori – l’assoluta incertezza fino alla fine». La corsa del drappo consiste in una staffetta per le vie del centro cui parteciperanno cinque atleti per ogni rione: il percorso previsto è corso Vannucci-via Calderini-piazza Matteotti-via Baglioni-piazza Italia-corso Vannucci da ripetere due volte per un totale di 1.700 metri circa. La partenza avverrà davanti al portone del Collegio del Cambio, l’arrivo a ridosso di piazza IV novembre.

LA PROTESTA DELLE GAITE: «SERVE UNA REGIA REGIONALE»

I punteggi Sono previste quattro aree di cambio (di 20 metri ciascuna) dislocate lungo il percorso, all’interno delle quali gli atleti dovranno passarsi un testimone del colore del rione di appartenenza. La gara assegnerà al vincitore 30 punti, al secondo classificato 26, al terzo 22, al quarto 18 al quinto 14. Al termine della gara ci sarà, dapprima, l’ufficializzazione del risultato della corsa del drappo, con attribuzione dei relativi punteggi; poi verrà aperta la busta sigillata, contenente i punteggi attribuiti dalla giuria tecnica per il corteo storico. All’esito, cumulati i punti ottenuti dai rioni nei quattro giochi, verrà assegnato il palio. In caso di arrivo in parità, prevarrà la classifica della corsa del drappo. Attualmente la classifica, dopo le prime due gare (ossia tiro del giavellotto e mossa alla torre), è guidata da Porta Eburnea con 29 punti (15+14), seguita da Porta San Pietro con 26 (6+20) e dal terzetto formato da Porta Sant’Angelo (3+17), Porta Sole (9+11) e Porta Santa Susanna (12+8) con 20.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250